L’ingresso nella NATO di Svezia e Finlandia non fa che accrescere la tensione internazionale, nel mentre già corriamo il rischio della terza mondiale. Il nostro Paese dovrebbe assumere una posizione contraria avvalendosi del diritto di veto previsto nei trattati NATO. Sarebbe un’iniziativa di distensione verso la Russia, che riaprirebbe canali per...
Luciano Cerasa * In Italia si tratta (ancora) di una questione di rapido scadimento della qualità dei prodotti alimentari consumati dalla gran parte della popolazione. Ma nel continente africano, la drastica riduzione delle forniture agricole, a causa della guerra, sta ricacciando decine di milioni di persone nel baratro della fame. Crisi...
di Barbara Spinelli - 9 MAGGIO 2022 Man mano che passano i giorni, i neonazisti che combattono a fianco delle truppe regolari ucraine, e in particolare quelli asserragliati nell’acciaieria Azovstal, sono chiamati con nomi più benevoli: vengono presentati come eroici partigiani, difensori ultimi dell’indipendenza ucraina. Zelensky che inizialmente voleva liberarsi dei...
Ellen Brown ha scritto un articolo imperdibile che spiega con rara lucidità quale sia la posta in gioco dello scontro in atto tra Russia e Stati Uniti. Se in Italia esistesse ancora un giornalismo economico (o anche solo un giornalismo), di questo si dovrebbe parlare. Nessun paese ha sfidato con...
La possibile apparizione di una nuova moneta internazionale alternativa al dollaro non è una sorpresa. Ma potrebbe stupire chi crede che gli eventi importanti accadano all’improvviso, senza la necessaria e lunga preparazione. Ora rischiamo di trovarci di fronte a un fatto che è andato maturando negli anni, mentre i...
Giovanni Savino, professore di storia presso l’Accademia Presidenziale di Mosca, da anni ha incentrato i suoi studi sui nazionalismi russo e ucraino del primo Novecento. L’estrema attualità di tali fenomeni ha smentito brutalmente chi credeva, anche in ambito accademico, che si trattasse di materia per “archeologi” più che per...
Lettera aperta ad imprenditori e imprenditrici. Questa sarà una lettera franca: sulle dinamiche salariali, sui diritti di lavoratrici e lavoratori, sulla sicurezza del lavoro, sulle politiche industriali ed occupazionali, su molte questioni, stiamo molto spesso su fronti contrapposti. Ma ciò che sta avvenendo sotto i nostri occhi, rischia di cancellare in...
di Marco Consolo * - In tempi di pensiero unico del mercato e della guerra, è utile smarcarsi dall’isteria bellica dominante nei latifondi mediatici dell’Occidente. Così come la prima guerra in Iraq è stata la “guerra costituente della globalizzazione neo-liberista”, quella in Ucraina annuncia chiaramente un cambio di paradigma del comando...
di Massimo Congiu Quella subita dal blocco di opposizione alle recenti elezioni ungheresi è stata davvero una batosta. Neanche un cartello elettorale, il primo formatosi a livello nazionale dal 2010, ossia da che Orbán è tornato al potere, è riuscito a ridimensionare il potere del premier. In realtà, soprattutto ai...
di Boaventura de Sousa Santos * - Cento anni dopo la Prima Guerra Mondiale, i leader europei camminano come sonnambuli verso una nuova guerra totale. Così come nel 1914, pensano che la guerra in Ucraina sarà limitata e di breve durata. Nel 1914, nei ministeri si diceva che la guerra sarebbe...