Referendum 2020

Indizione PER IL 20 e 21 SETTEMBRE 2020 del referendum popolare confermativo relativo all’approvazione del testo della legge costituzionale recante “modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 240 del 12 ottobre 2019. (Pubblicato GU n.180 del 18-7-2020)

Referendum confermativo voto estero

INFORMAZIONI URGENTI SU VOTO ESTERO: NORMATIVA

temporaneamente presenti (tp) all’ estero
modello opzione Aire 

***

28 luglio 2020 – CIRCOLARE : RICHIESTA URGENTE SPAZI AFFISSIONALI

Ai/le segretari/e regionali e provinciali Prc-Se
Alle/ai Componenti del Comitato Politico Nazionale PRC-SE
URGENTE

Care compagne, cari compagni,
Vi invio i moduli per la richiesta di spazi elettorali, poco fa inviatami da Mauro Beschi, segretario nazionale del COMITATO PER IL NO al REFERENDUM costituzionale contro il taglio dei parlamentari del 20 e 21 settembre 2020, con relativa delega di uno dei componenti del COMITATO DEI SENATORI che hanno depositato il quesito in Cassazione, unici abilitati a delegare formalmente per la richiesta di spazi affissionali e spazi pubblici per il NO.

I tempi sono STRETTI in quanto tale istanza va inviata ai Comuni, anche via PEC, entro il 34° giorno antecedente quello della votazione, e quindi entro lunedì 17 agosto 2020.
Al modulo va allegata copia della Delega (da compilare da parte del richiedente) del Sen. Tommaso Nannicini e copia del suo documento di identità (Allegati).
E’ necessario coordinarsi a livello provinciale con altri esponenti dei comitati per il No, per evitare, per quanto possibile duplicazioni, che in ogni caso non rappresentano un problema, in quanto lo spazio assegnato sarà comunque unico.
Per ogni dubbio o approfondimento potete scrivere alla mia mail raffaele.tecce@rifondazione.it o telefonarmi al 3346603135.

Affettuosi saluti e buon lavoro

Raffaele Tecce
Responsabile ufficio elettorale della Direzione Nazionale PRC- SE

***

Russo Spena – Votiamo no al referendum costituzionale del 29 marzo 2020 circolare 13 febbraio 2020

Care compagne, cari compagni,

come sapete, il 29 marzo voteremo NO nel referendum costituzionale avente ad oggetto la conferma o meno della legge costituzionale approvata dal Parlamento riguardante la riduzione (molto drastica) del numero dei parlamentari ( senza prevedere, tra l’altro, alcuna differenziazione di funzioni tra Camera e Senato ). Demagogia populista diffusa, soprattutto dal M5S a piene mani con la meschina motivazione di risparmi di spesa ( peraltro modestissimi). E’ importante la più ampia mobilitazione per il NO, collegata ad una attenta e diffusa controinformazione. E’ un referendum costituzionale, in cui, pertanto, non è previsto il raggiungimento del quorum per la sua validità. Conta, dunque, moltissimo il numero di persone che convinceremo a votare NO, perché l’esito, che oggi appare scontato, potrebbe comportare qualche piacevole sorpresa ( se non altro nelle dimensioni). Ciò che è ancora più rilevante è la possibilità di costruire assemblee territoriali che discutano, finalmente, la nostra concezione della centralità della democrazia costituzionale e della rappresentanza. La centralità del Parlamento è messa in discussione sia dalla cosiddetta “autonomia regionale differenziata” ( la “secessione dei ricchi”), sia dalle pulsioni presidenzialiste, fortissime a destra ma presenti anche nel centrosinistra, sia dalla
proposta di legge elettorale. La quale , allo stato della attuale discussione, prevede una torsione maggioritaria e una soglia di sbarramento così alta da configurare una “democrazia a numero chiuso”.
Istanze critiche e minoranze vengono espulse dai percorsi istituzionali e dalla rappresentanza. La riduzione del numero dei parlamentari è la metafora di un Parlamento ridotto a tre o quattro partiti. Tentiamo di utilizzare l’occasione referendaria per discutere le nostre ragioni, allargando la meschina visione della riduzione sovranista e populista del numero dei parlamentari. Sul piano organizzativo e del comune lavoro siamo, come PRC, parte del Comitato per il NO che abbiamo costruito partendo dal Comitato per la Difesa della Costituzione. Consigliamo di costruire simili comitati nei territori, per elaborare materiale propagandistico comune ed iniziative unitarie e, insieme, plurali.

Buon lavoro

Giovanni Russo Spena
Resp.le nazionale Area democrazia, diritti, istituzioni PRC-SE

FAQ sul referendum

Care compagne e compagni del Prc Se,
nei prossimi giorni vi invieremo ulteriori informazioni sia sulla richiesta degli spazi affissionali (da rifare) sia sull’IVA agevolata al 4 per cento per il materiale per il NO, con le procedure necessarie. ovviamente abbiamo già espresso pubblicamente la nostra contrarietà al abbinamento, sicuramente incostituzionale, del, referendum con regionali e comunali, che rischia di limitare moltissimo l’ attenzione al quesito referendario. dobbiamo rispondere a queste difficoltà’ con il nostro appassionato impegno militante

Raffaele Tecce
Responsabile Enti locali ed Ufficio elettorale per la direzione nazionale Prc Se

***

CIRCOLARE MAURO BESCHI SEGRETARIO NAZIONALE COMITATO PER IL NO

Comunicazione Committente responsabile nazionale ed IVA AGEVOLATA

Dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’ indizione del referendum tutte le pubblicazioni di propaganda elettorali a mezzo di scritti, stampa o fotostampa, radio, televisione, incisione magnetica ed ogni altro mezzo di divulgazione, debbono indicare il nome del committente responsabile. Il Committente responsabile nazionale è Alfonso Gianni, come potrete vedere dall’allegato dal quale si ricavano anche i suoi dati.

Infatti, per le richieste servono: il Nome e Cognome del Committente, il suo Codice fiscale, il suo Documento di identità (allegato) e il Codice fiscale del Comitato (allegato).

Per i volantini occorrerà inserire, al momento della stampa, in fondo: Committente responsabile nazionale Alfonso Gianni.
Per i Manifesti (che vanno negli spazi Comunali che saranno assegnati), anche per essi al momento della stampa, occorrerà inserire in fondo: Committente responsabile nazionale Alfonso Gianni (richiesta spazi elettorali su delega del Sen. Tommaso Nannicini).
E’ responsabilità di tutti i Comitati territoriali che, nelle operazioni di propaganda, sostenute con qualsiasi strumento, siano osservate rigorosamente le Leggi e le norme in vigore.

Allego anche il modulo per la richiesta dell’IVA agevolata al 4% per la propaganda.
Allego l’Atto costitutivo del Comitato per il NO poiché può essere richiesto quando presentiamo le nostre domande per le iniziative elettorali.

Con i più cordiali saluti

MAURO BESCHI SEGRETARIO NAZIONALE DEL COMITATO PER IL NO

Utili dossier / vademecum per sostenere le ragioni del no

– Perché votiamo NO (Associazione Nazionali Partigiani Italiani)
– Volerelaluna talpa referendum (testo curato da Francesco Pallante, introduzione di Tomaso Montanari, illustrazione di Carlo Minoli)

 

 

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.