Referendum 2020

(29.02.2020) - TECCE – URGENTISSIMA: NUOVA CIRCOLARE PER COMMITTENTE RESPONSABILE ED IVA AL 4% PER MATERIALE DI PROPAGANDA PER IL NO AL REFERENDUM

Ai/le segretari/e regionali e provinciali PRC-SE
Loro sedi
Alle/ai Componenti il CPN PRC-SE

Care compagne e cari Compagni,

in primo luogo vi ringraziamo per l’ impegno con cui avete presentato, nei tempi strettissimi previsti, le domande ai Comuni per l’assegnazione degli spazi affissionali per il COMITATO PER IL NO AL REFERENDUM COSTITUZIONALE su delega, che Vi avevo inviato, del Sen. Nazario Pagano.
Le richieste delle federazioni del PRC-SE sono state le più numerose.
In alcuni territori sono state presentate richieste, organizzate centralmente, anche dagli altri due Senatori del Comitato che hanno presentato il quesito referendario Nannicini e Cangini; MA NON C’ E’ PROBLEMA, perché in ogni caso lo spazio assegnato è uno, solitamente al primo richiedenti, MA GLI SPAZI SONO UTILIZZABILI DA TUTTTE LE FORZE POLITICHE E SOCIALI CHE ADERISCONO AL COMITATO DEL NO.

Con questa circolare Vi invio le indicazioni inerenti l’obbligo legislativo di indicare, dal 29 febbraio in poi, per ogni materiale di propaganda per il NO, (volantini, manifesti ecc. ) un COMMITTENTE RESPONSABILE ed in questo modo poter utilizzare l’ IVA agevolata al 4%.
Per semplificare il Vostro lavoro, abbiamo concordato in sede di Comitato per il NO, di individuare un unico committente responsabile NAZIONALE, utilizzando la disponibilità dell’ On. ALFONSO GIANNI, di cui trovate il allegato documento di identità.
Vi alleghiamo, inoltre, il codice fiscale del Comitato per il NO, che si può utilizzare, ed il modulo per la richiesta dell’esenzione IVA da consegnare al tipografo o a qualunque fornitore dei servizi ammessi all’ IVA agevolata.
Vogliamo precisare, inoltre, che per eventuali materiali di propaganda per il NO a firma PRC-SE, la modulistica è la stessa, MA VA INDICATO UN COMMITTENTE RESPONSABILE LOCALE ED IL CODICE FISCALE DELLA FEDERAZIONE O DEL CIRCOLO.

Vi incollo qui sotto la circolare, a molti di Voi già arrivata, a tutti i comitati di MAURO BESCHI, segretario del Comitato per il NO.

Per ogni dubbio o approfondimento potete scrivere alla mia mail raffaele.tecce@rifondazione.it o telefonarmi al 3346603135.

Affettuosi saluti e buon lavoro

Raffaele Tecce
Responsabile ufficio elettorale della Direzione Nazionale PRC- SE

CIRCOLARE MAURO BESCHI, SEGRETARIO COMITATO DEL NO.

A partire dal 29 febbraio tutte le pubblicazioni di propaganda elettorali a mezzo di scritti, stampa o fotostampa, radio, televisione, incisione magnetica ed ogni altro mezzo di divulgazione, debbono indicare il nome del committente responsabile. Il Committente responsabile nazionale è Alfonso Gianni, come potrete vedere dall’allegato dal quale si ricavano anche i suoi dati. Infatti servono per le richieste il Nome e Cognome del Committente, il suo Codice fiscale, il suo Documento di identità (allegato) e il Codice fiscale del Comitato (allegato).
Per i volantini occorrerà inserire, al momento della stampa, in fondo: Committente responsabile nazionale Alfonso Gianni.
Per i Manifesti (che vanno negli spazi Comunali assegnati), anche per essi al momento della stampa, occorrerà inserire in fondo: Committente responsabile nazionale Alfonso Gianni (richiesta spazi elettorali su delega del Sen. Nazzario Pagano)

E’ responsabilità di tutti i Comitati territoriali che, nelle operazioni di propaganda, sostenute con qualsiasi strumento, siano osservate rigorosamente le Leggi e le norme in vigore.
Allego anche il modulo per la richiesta dell’IVA agevolata al 4% per la propaganda.

Comunico inoltre che stiamo predisponendo rapidamente un testo del manifesto ad alta definizione e con una veste grafica migliore che vi invieremo a breve.

Con i più cordiali saluti
Mauro Beschi

(21.02.2020) - TECCE – CIRCOLARE URGENTISSIMA: RICHIESTA URGENTE SPAZI AFFISSIONALI

Ai/le segretari/e regionali e provinciali Prc-Se
Loro sedi

Alle/ai Componenti la Direzione Nazionale PRC-SE

URGENTISSIMA

Care compagne, cari compagni,

Vi invio i moduli per la richiesta di spazi elettorali, solo poco fa inviatami dal segretario del comitato Mauro Beschi, del COMITATO PER IL NO al REFERENDUM costituzionale contro il taglio dei parlamentari del 29 marzo, con relativa delega di uno dei componenti del COMITATO DEI SENATORI che hanno depositato il quesito in Cassazione, unici abilitati a rappresentare formalmente la richiesta di spazi affissionali e spazi pubblici per il NO.
I tempi sono STRETTISSIMI in quanto tale istanza va inviata ai Comuni, anche via PEC, entro le 23,50 di lunedì 24 febbraio p.v.
E’ necessario coordinarsi a livello provinciale con altri esponenti dei comitati per il No, per evitare, per quanto possibile duplicazioni, che in ogni caso non rappresentano un problema, in quanto lo spazio assegnato sarà comunque unico.

Per ogni dubbio o approfondimento potete scrivere alla mia mail raffaele.tecce@rifondazione.it o telefonarmi al 3346603135.

Affettuosi saluti e buon lavoro

Raffaele Tecce
Responsabile ufficio elettorale della Direzione Nazionale PRC- SE

(14.02.2020) – TECCE – CIRCOLARE INFORMATIVA E DI DOCUMENTAZIONE SUL REFERENDUM CONTRO IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI

Care compagne, cari compagni,

ad integrazione della importante circolare del 13 febbraio 2020 del compagno Giovanni Russo Spena, resp.le nazionale Area democrazia, diritti, istituzioni PRC-SE, che ha definito linea politica e motivazioni del nostro voto per il NO al referendum costituzionale contro il taglio dei parlamentari che si
terrà il 29 marzo, con questa nota riteniamo utile far circolare alcune documentazioni (dossier Camera su questa materia) e fornire indicazioni sul voto degli italiani temporaneamente all’estero (modulo allegato ) e sugli italiani stabilmente all’estero iscritti agli elenchi AIRE.

- CITTADINI ITALIANI TEMPORANEAMENTE RESIDENTI ALL’ESTERO

Vi inviamo, pertanto, al fine di permettere la più ampia diffusione ed informazione nei tempi strettissimi previsti, la normativa inerente la possibilità di votare nel loro luogo di lavoro, di studio o di cura per i cittadini TEMPORANEAMENTE RESIDENTI ALL’ESTERO.

Tale opzione deve IMPROROGABILMENTE PERVENIRE AI COMUNI DI RESIDENZA IN ITALIA ENTRO IL 26 FEBBRAIO per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

CIRCOLARE MINISTERIALE

“Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovino temporaneamente all’estero, per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento del referendum popolare confermativo (29 marzo 2020) della legge costituzionale in materia di riduzione del numero dei parlamentari, nonché i familiari con loro conviventi, potranno esercitare il diritto di voto per corrispondenza (art. 4-bis, comma 1, legge 459 del 27 dicembre 2001), ricevendo il plico elettorale contenente la scheda per il voto all’indirizzo di temporanea dimora all’estero.

Per esercitare il proprio diritto di voto per corrispondenza, tali elettori dovranno far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un’apposita opzione entro il 26 febbraio 2020.

L’opzione (esercitabile tramite il modulo qui allegato o in carta libera) può essere inviata per posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure fatta pervenire a mano al Comune anche da persona diversa dall’interessato.

L’opzione, obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero completo cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (ovvero che ci si trova – per motivi di lavoro, studio o cure mediche – per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle consultazioni in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti, oppure che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).
L’opzione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica del 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

È possibile la revoca della medesima opzione entro lo stesso termine (26 febbraio 2020). Si ricorda infine che l’opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per le consultazioni referendarie del 29 marzo 2020).”

Vi chiediamo, pertanto, di far circolare queste informazioni ed il modulo allegato al fine di non perdere neanche un voto delle elettrici e degli elettori temporaneamente all’estero che VOGLIONO VOTARE NO NEL REFERENDUM CONTRO L’ ANTIDEMOCRATICA E ANTICOSTITUZIONALE RIDUZIONE DEI PARLAMENTARI.

- ITALIANI STABILMENTE ALL’ESTERO (AIRE)

Per completezza di informazione, inviamo anche una sintesi della normativa inerente gli italiani stabilmente residenti all’ estero (Aire).
Qui c’e’ poco da fare perché’ l’ opzione per votare in italia scadeva l’otto febbraio, pur essendo stata pubblicata questa circolare sul sito ministeriale solo il 7 febbraio.

E’ pur vero, però’, che i cittadini italiani iscritti negli elenchi Aire, che hanno a suo tempo dovuto chiedere di iscriversi volontariamente, dovrebbero in buona parte già’ conoscere questa normativa.

In ogni caso abbiamo già impegnato le federazioni estere del PRC SE, che spesso lavorano in organismi unitari dell’associazionismo e di rappresentanza dell’ emigrazione, a vigilare ed orientare per il NO.

VI ALLEGHIAMO INFINE, PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE LA NORMATIVA DELLA LEGGE COSTITUZIONALE DI RIDUZIONE DEL NUMERO DEI PARLAMENTARI DI CONSULTARE, OLTRE LE FAQ INVIATE NELLA CIRCOLARE DI RUSSO SPENA, L’ALLEGATO DOSSIER DELL’UFFICIO STUDI DELLA CAMERA DEI DEPUTATI.

RESTANDO DISPONIBILE AD OGNI ULTERIORE APPROFONDIMENTO, scrivendo alla mia mail raffaele.tecce@rifondazione.it o telefonando al 334 6603135.

Vi saluto affettuosamente

Raffaele Tecce
Responsabile Enti Locali ed Ufficio Elettorale PRC-SE

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.