Partiti comunisti di tutto il mondo celebrano i 70 anni della Vittoria sul nazi-fascismo

Partiti comunisti di tutto il mondo celebrano i 70 anni della Vittoria sul nazi-fascismo

Dichiarazione sottoscritta da decine di Partiti Comunisti e Operai. Per l’Italia aderiscono PCdI e PRC.

La liberazione di Berlino da parte delle truppe sovietiche, nel maggio 1945, è il segnale della vittoria dei popoli nella Seconda Guerra Mondiale e della sconfitta del nazi-fascismo – la più violenta forma di dominio di classe generata dal capitalismo e causa diretta della guerra e della morte di decine di milioni di esseri umani.

Il ruolo decisivo nella Vittoria del 9 maggio spettò all’Unione Sovietica, al suo popolo e all’Esercito Rosso, sotto la direzione del loro Partito Comunista. Fu sul Fronte Orientale che si svolsero le grandi battaglie che decisero l’esito della Seconda Guerra Mondiale. Celebrare il 70° anniversario della Vittoria è ricordare ed esaltare l’eroismo, il coraggio e la determinazione di milioni di uomini e donne sovietici che, a costo di enormi sacrifici e più di 27 milioni di morti, resistettero e lottarono, dando il contributo determinante alla sconfitta della barbarie nazi-fascista. Celebrare il 70° anniversario della Vittoria è ricordare ed esaltare l’eroismo, il coraggio e la determinazione di altri milioni di resistenti e combattenti antifascisti di tutto il mondo che hanno dedicato e offerto le proprie vite alla lotta per la Vittoria.

Il nazi-fascismo è stato uno strumento brutale di imposizione del potere del grande capitale, di fronte alla profonda crisi del capitalismo che era seguita alla Prima Guerra Mondiale, in particolare dopo la grande crisi del 1929, e le ripercussioni della Rivoluzione d’Ottobre. L’anticomunismo sempre è stato il tratto distintivo del nazi-fascismo. Dovunque, il movimento operaio, e i comunisti in particolar modo, furono le sue prime vittime. Dovunque i comunisti furono sulla prima linea della resistenza al fascismo, rappresentando l’avanguardia della resistenza di massa e armata che portò alla liberazione.

Oggi, la riapparizione della minaccia del fascismo e i pericoli di una nuova guerra di grandi proporzioni sono reali e sempre più grandi. Di nuovo, nel quadro dell’approfondimento della crisi del capitalismo – risultato delle sue contraddizioni irrisolvibili – il grande capitale cerca di uscire dalla crisi con la forza, imponendo livelli brutali di sfruttamento e aggredendo la sovranità dei popoli e l’indipendenza degli Stati, in tutti i continenti. Le grandi potenze imperialiste cercano di imporre la loro egemonia planetaria per via militare, moltiplicando le guerre di aggressione. L’Ucraina soffre le conseguenze dell’azione fascista, con l’appoggio attivo degli USA e dell’Unione Europea – e del loro braccio armato, la NATO. In nome della “lotta al comunismo”, il revisionismo e la falsificazione della storia, con la vergognosa equiparazione di fascismo e comunismo, promuovono la riabilitazione del fascismo.

E’ per questo di cruciale importanza ricordare le lezioni della storia, segnalare i crimini del nazi-fascismo, la sua natura di classe e le complicità che ne permisero l’ascesa. Non permettere che si ripeta la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, per impedire che una simile catastrofe abbia nuovamente luogo.

I Partiti Comunisti e Operai firmatari chiamano i lavoratori e i popoli di tutto il mondo a sviluppare la loro lotta di emancipazione, per fare della celebrazione dei 70 anni della Vittoria sul nazi-fascismo una poderosa affermazione di unità e lotta per la Pace, contro la minaccia del fascismo e della guerra, che ha le sue radici nel capitalismo e che rappresenta un pericolo per l’umanità, e per la democrazia, il progresso sociale, il socialismo.

I PARTITI FIRMATARI:

Communist Party of Albania
Communist Party of Argentina
Algerian Party for Democracy and Socialism
Communist Party of Australia
Workers Party of Belgium
Communist Party of Brazil
Communist Party of Britain
New Communist Party of Britain
Party of the Bulgarian Communists
Communist Party of Canada
Communist Party of Chile
Socialist Workers’ Party of Croatia
Progressive Party of the Working People, Cyprus
Communist Party of Bohemia and Moravia
Communist Party of Cuba
Communist Party in Denmark
Communist Party of Denmark
French Communist Party
German Communist Party
Communist Party of Greece
Hungarian Workers’ Party
Communist Party of India
Communist Party of India (Marxist)
Tudeh Party of Iran
Iraqui Communist Party
Communist Party of Ireland
Communist Refoundation Party, Italy
Party of the Italian Communists
Lebanese Communist Party
Communist Party of Luxembourg
New Communist Party of the Netherlands
Communist Party of Malta
Communist Party of Mexico
Communist Party of Pakistan
Peruan Communist Party
Philippine Communist Party (PKP 1930)
Portuguese Communist Party
Communist Party of the Russian Federation
Communists of Serbia
South African Communist Party
Communist Party of Slovakia
Syrian Communist Party
Syrian Communist Party (Unified)
Communist Party of Spain
Communists of Catalunya, Spain
Communist Party of the Peoples of Spain
Communist Party of Swaziland
Communist Party, Turkey
Communist Party of Uruguay
Communist Party of Ukraine
Communist Party of Venezuela
Comunist Party of Vietnam
New Communist Party of Yugoslavia

Also signed :

Unified Socialist Party of Catalonia
Galician People’s Union

traduzione a cura di Marx XXI

11 Commenti

  1. M'annate aff..

    ma va ..e pensà che ce stanno pure cuelli che stanno a fseteggia la caduta der comunismo ancor ora :)

  2. Dovremo essere grati per sempre all’Unione Sovietica ed alla gloriosa Armata Rossa per aver saputo salvare il mondo a prezzo di sacrifici inenarrabili dalla barbarie nazifascista. Ma la minaccia purtroppo non è conclusa, perchè le forze che favorirono l’ascesa del nazifascismo e provocarono quellimmane carneficina sono ancora ben presenti e ripropongono oggi lo stesso scenario rivolto sempre alla sottomissione della Russia agli interessi dell’aristocrazia capitalista dell’occidente. Io credo che tutte quelle forze che si oppongono a questa strategia di dominio criminale ed in primis i comunisti debbano fare ogni sforzo per vanificarla.
    Anche se l’Italia è una delle più miserevoli colonie dell’impero a teschi e tibie bisogna chiederne a gran voce l’uscita dalla Nato. E’ un imperativo categorico se si vuole evitare di essere coinvolti ancora una volta nei piani genocidi del mostro capitalista.

    • la congiura degli eguali

      è evidente che il mondo mediatico occidentale è culturalmente gretto e provinciale; siamo nell’era del web e l’informazione e la cultura viaggiano alla velocità dell’elettrone prossima a quella della luce; quindi l’informazione del pianeta e sul pianeta non è più esclusiva del capitalismo; le fonti alternative e rivoluzionarie, benchè povere di mezzi, ci forniscono la visione proletaria dello stato delle cose presenti; la libertà di informazione e di cultura e dotata così di ali indistruttibili, che permettono di veicolare la visione del mondo degli oppressi alla velocità di 300 mila km/s; il capitalismo tenterà comunque di tarpare le ali alla libertà di informazione anche a costo di distruggere la vita del pianeta, tanta è la follia criminale dei barbari che tengono in scacco la vita di miliardi di individui.

  3. … Mentre i notiziari televisivi sottolineano l’assenza dell’occidente alla celebrazione in Russia per il 70° della Vittoria nella Grande Guerra … In linea con le loro migliori tradizioni, gli occidentali si nascondono come topi, nei bassifondi del capitalismo, celebrando in tal modo la loro appartenenza …

    • la congiura degli eguali

      il governo greco, che è l’unico governo di sinistra nella unione europea, è presente a mosca, e ciò gli fa onore; non sono prsenti i governi conservatori europei occidentali, e fra questi quello italiano è il più servile verso gli yankee; ma è meglio che gli occidentali reazionari non ci siano, perchè il contrario sarebbe stato un esposizione ipocrita, dal momento che l’unione europea ha sostenuto e sostiene i nazisti golpisti in ukraina.

      • in italia l’unico favorevole a Putin è Berlusconi…
        Infatti ha anche scritto un articolo in difesa di Mosca e contro il suo isolamento da parte dell’europa…

        • la congiura degli eguali

          se tu sei favorevole all’isolamento di mosca sei solidale con i golpisti nazisti in ukraina, che sono sostenuti dall’unione europea, dalla n.a.t.o. dagli yankee;la tua libertà è frutto dell’estremo sacrificio di 20 milioni di cittadini dell’allora u.r.s.s., che difesero con la vita la loro patria; non dimenticare che la bandiera comunista sventolò a berlino che venne liberata dalla gloriosa armata rossa.

        • Tu sei un nauseabondo ricc.hione amico dei nazi-fascisti

        • Ci piace di più stefano a testa in giù

        • l'uomo di Stefano

          Confermo stefano è un omo.se.ss.uale mostruoso.

      • Appunto perchè la liberazione dal nazifascismo ha causato il sacrificio di oltre 20 milioni di cittadini dell’allora U.R.S.S. e il ruolo che ha avuto  l’ U.R.S.S. nella sconfitta del nazismo, l’ipocrisia dei governi occidentali non ha rivali al mondo, indipendentemente da quanto sta accadendo in Ukraina … è una vergogna !

Trackbacks/Pingbacks

  1. 9 Maggio – Giornata della Vittoria sul nazifascimo « Muggiò Città@perta - [...] CONTINUA A LEGGERE, CLICCA QUI. [...]
    Registrati per ricevere gli aggiornamenti e la Newsletter

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− tre = 6

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

PRIVACY



Sostieni il Partito con una