RIFONDAZIONE: INTERROGAZIONI PARLAMENTARI SU FROZEN ARROW 2021. NON SI BOMBARDA LA MONTAGNA

RIFONDAZIONE: INTERROGAZIONI PARLAMENTARI SU FROZEN ARROW 2021. NON SI BOMBARDA LA MONTAGNA

Si è conclusa lo scorso 12 novembre l’esercitazione militare Frozen Arrow 2021 che si è tenuta in Carnia bombardando con colpi di obice e mortaio il monte Bizera, classificato come Zona di conservazione speciale per fauna e flora di interesse europeo.
Secondo le testimonianze dei sindaci e degli abitanti, tenuti “in ostaggio” dalla manovra stessa, le case e i vetri delle finestre hanno tremato per giorni come ci fosse il terremoto.
L’esercitazione, che si svolge da alcuni anni sia in autunno che primavera, costituisce un grave danno all’ambiente, al turismo, alle attività agro-pastorali e forestali e al patrimonio boschivo di proprietà comunale e privata.
Con il nostro responsabile pace Gregorio Piccin ci siamo attivati come Rifondazione Comunista per la presentazione di interrogazioni parlamentari alla Camera e al Senato. Ringraziamo le deputate Simona Suriano e Arianna Spessotto, le senatrici Paola Nugnes, Elena Fattori e Virginia La Mura che hanno presentato in questi giorni le interrogazioni nelle rispettive Camere. Nelle interrogazioni parlamentari chiediamo al
Ministro della difesa
-se non ritenga urgente ed opportuno fermare immediatamente queste esercitazioni periodiche per evitare un doppio danno economico ed ambientale;
-se può assicurare alle comunità ed enti locali interessati che l’intera area dell’esercitazione in oggetto sia stata interamente bonificata,
- se sia stata effettuata un’indagine preliminare per accertare l’assenza di conseguenze sulle matrici ambientali suolo e acque sotterranee per le attività svolte finora considerato che in molti poligoni è già stata rilevata la dispersione di sostanze inquinanti come arsenico, piombo, tallio e altre sostanze.

Le “servitù militari” sono un obbrobrio giuridico che istituì Mussolini per militarizzare il nostro Paese. Oggi continuano a fare comodo per sostenere una insensata belligeranza del nostro Paese. E’ ora di farla finita. L’Italia diventi Paese pacifico e motore nel necessario disarmo globale. Nell’interrogazione, si chiama in causa anche il Ministro della Transizione ecologica dato che è stata bombardata una zona di conservazione e non ci pare che siano state effettuate le valutazioni d’incidenza preventive né a posteriori previste dalle norme in vigore.
Dopo la pubblicazione sul Manifesto di un articolo del compagno Piccin anche l’on. Fratoianni ha presentato un’interrogazione sulla questione.
Continueremo a batterci con le popolazioni perbla fine di questo scempio.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale e Roberto Criscitiello, segretario regionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Alleghiamo interrogazione





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.