Rifondazione oggi in piazza con metalmeccanici. Perchè PD, Lega, M5S non dicono nulla sul rinnovo del contratto?

Rifondazione oggi in piazza con metalmeccanici. Perchè PD, Lega, M5S non dicono nulla sul rinnovo del contratto?

Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, oggi in piazza coi lavoratori metalmeccanici a Vicenza, e Roberta Fantozzi, responsabile nazionale Lavoro di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiarano:

«Oggi abbiamo partecipato, unico partito ad averlo fatto, agli scioperi regionali dei metalmeccanici che continueranno anche domani e mercoledì prossimo.
Perchè tutti gli altri partiti, dal Pd alla Lega fino ai 5Stelle,  non dicono nulla sulla vertenza per il contratto? Forse perchè conviene tenere i piedi in due staffe? Ma il tempo delle furbizie è finito. La vertenza in corso riguarda in realtà tutte le lavoratrici e lavoratori. La volontà di Federmeccanica di  liquidare il contratto nazionale, infatti, ha l’esplicito consenso di Confindustria ed è l’altra faccia della medaglia del Jobs Act di Renzi: distruzione del contratto nazionale, aumento della precarietà, via libera ai licenziamenti. Sono le ricette delle politiche neoliberiste con cui si vogliono mettere i lavoratori in competizione tra di loro per tagliare ancora diritti e salari. In Italia come in Francia, dove uno straordinario movimento si sta opponendo alla Loi Travail e parla a tutta Europa. Continueremo ad essere nelle piazze con i lavoratori metalmeccanici in sciopero, saremo nelle piazze il 14 giugno in contemporanea con la manifestazione di Parigi. Sì contratto, No Jobs Act, No Loi Travail!»
 
9 giugno 2016

ferrero fiom



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID