Acerbo – Mazzoni(Prc): Simone non è un mafioso, giusta decisione del Tribunale di Milano su Ultima Generazione

Acerbo – Mazzoni(Prc): Simone non è un mafioso, giusta decisione del Tribunale di Milano su Ultima Generazione

Esprimiamo la nostra gioia per la decisione del Tribunale di Milano di respingere l’assurda richiesta di sorveglianza speciale per l’attivista di Ultima Generazione Simone Ficicchia.
Simone non è un mafioso, non c’è alcuna pericolosità sociale che giustifichi l’abnorme richiesta della Questura di Pavia.
E’ una vittoria della Costituzione sempre più ignorata da chi gestisce l’ordine pubblico.
Il questore di Pavia dovrebbe dimettersi.
Invece di criminalizzare Ultima Generazione il governo dovrebbe andare a scuola dagli attivisti come Simone.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale e Elena Mazzoni, responsabile ambiente di Rifondazione Comunista


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.