Acerbo(Prc-UP): Israele vieta la bandiera palestinese. Esponiamola noi

Acerbo(Prc-UP): Israele vieta la bandiera palestinese. Esponiamola noi

Il nuovo governo ultra reazionario israeliano, che nega espressamente il principio dei due stati per i due popoli, rivendicando il pieno diritto di Israele di colonizzare tutti i territori palestinesi, ora nega loro pure il diritto di esporre la loro bandiera. Il nuovo esecutivo Netanyahu é un governo razzista, suprematista e che nega esplicitamente gli accordi di Oslo, anche se mai di fatto rispettati anche dai precedenti, che hanno invece costruito un sistema di apartheid per i palestinesi. Tutto ciò accade sotto gli occhi silenti dei paesi europei e degli Usa, campioni dei doppi standard e della doppia falsa morale, silenti e anzi ben accoglienti il nuovo esecutivo di estrema destra fanatica e integralista di Israele. Occorre denunciare ed isolare questo nuovo governo, la sua annunciata e già praticata politica di apartheid, occupazione militare , colonizzazione e negazione del diritto dei palestinesi alla loro terra. La UE non ha niente da dire? Esponiamo sui nostri profili la bandiera palestinese in solidarietà con il popolo palestinese, firmiamo l’Iniziativa dei Cittadini Europei per chiedere che non vengano importati in Europa i beni israeliani prodotti nei territori occupati illegalmente https://stopsettlements.org/italian/.
W la Palestina libera. Stop all’occupazione e all’apartheid!

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista, coordinamento di Unione Popolare

bandiera_palestinese


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.