Acerbo (Prc-UP): Meloni doveva citare Formigoni non Borsellino. Destra difende corrotti e criminalizza “sballoni”

Acerbo (Prc-UP): Meloni doveva citare Formigoni non Borsellino. Destra difende corrotti e criminalizza “sballoni”

Giorgia Meloni doveva citare Formigoni non Borsellino. Il governo Meloni difende i corrotti e criminalizza i raduni danzanti degli “sballoni”, per usare l’espressione del sottosegretario Prisco. Il dl rave è una schifezza che mostra la doppia morale della destra ed è in continuità con le leggi vergogna di Berlusconi e i decreti sicurezza di Salvini.
La visione della legalità della destra è odiosamente classista. In questo paese se cittadini e lavoratori protestano rischiano per un semplice blocco stradale fino a 12 anni, se giovani organizzano rave fino a 6 anni. Invece corruttori e corrotti non devono correre il rischio di visitare le patrie galere. Cosa aspettarsi da chi ha restituito il vitalizio al compare Formigoni e si accompagna a Cuffaro e Dell’Utri?
Ricordo al governo che i responsabili della morte dell’operaia ventiduenne Luana D’Orazio, stritolata dall’orditoio a cui erano stati tolti i dispositivi di protezione, hanno patteggiato condanne a 2 e 1 anno e sei mesi.
Invece di perseguitare fumatori di cannabis e chi fa festa bisognerebbe introdurre il reato di omicidio e lesioni sul lavoro prevedendo pene adeguate dai 10 ai 18 anni, come proponiamo da tempo noi di Rifondazione Comunista e Unione Popolare insieme all’USB.
Ma per la destra l’emergenza sono i rave non i più di mille morti sul lavoro!

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, coordinamento nazionale di Unione Popolare


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.