Acerbo (PRC-UP): Sangiuliano tragicomico: ripropone campagna di Mussolini

Acerbo (PRC-UP): Sangiuliano tragicomico: ripropone campagna di Mussolini

Il ministro Sangiuliano usa un’espressione straniera – radical chic – per comunicarci il suo ritorno al Ventennio con le ridicole campagne di Mussolini per l’italianizzazione forzata.

Mentre si preparano a fare a pezzi l’unità nazionale con l’autonomia differenziata questi finti patrioti ci distraggono con campagne mussoliniane sulla lingua.

La proposta è tragicomica. Mi sembra che in Italia abbiamo problemi più seri come la scarsa conoscenza delle lingue straniere, l’analfabetismo di ritorno, l’evasione scolastica.

Vergognoso che il ministro citi Gramsci, morto nelle carceri fasciste, per rilanciare un cavallo di battaglia di Mussolini che disse “quel cervello deve smettere di funzionare”.

Per quanto riguarda l’abuso di anglicismi viene da anni dal mondo imprenditoriale e dagli economisti neoliberisti.
Pensassero a abolire il Jobs Act! E investissero sulla scuola invece che sulle spese militari!

Gli eredi del fascismo non tocchino la Costituzione.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, coordinamento nazionale di UP


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.