Acerbo (Prc-Se): Storici contestano Holodomor. Risoluzione guerrafondaia del parlamento europeo

Acerbo (Prc-Se): Storici contestano Holodomor. Risoluzione guerrafondaia del parlamento europeo

La risoluzione approvata dal parlamento europeo sull’Holomodor è l’ennesimo capitolo di riscrittura della storia da parte del Parlamento Europeo che fa proprie iniziative che vengono dalla destra nazionalista. L’Holomodor è diventato un elemento essenziale della memoria collettiva del nazionalismo ucraino e della costruzione del sentimento antirusso. L’uso politico della storia da parte del nazionalismo sponsorizzato dagli USA è pari a quella del putinismo dall’altro lato. Ovviamente il PD ha presentato da tempo una proposta di legge per il riconoscimento dell’Holodomor come genocidio anche nel parlamento italiano e sicuramente presto ne vedremo approvata una con i voti della destra.

La tesi dell’Holomodor è stata contestata dai più autorevoli storici dell’URSS a livello internazionale, da J. Arch Getty a R.W. Davies, da Sheila Fitzpatrick a Stephen Wheatcroft e Mark B Tauger. Ovviamente parliamo degli storici non legati ai centri ucraini sponsorizzati da USA. Il grande storico antistalinista Moshe Lewin liquidava questa narrazione come “merda”.

Noi di Rifondazione Comunista siamo antistalinisti ma contestiamo che si faccia un uso guerrafondaio della storia.

Bene hanno fatto i nostri compagni del gruppo parlamentare europeo La Sinistra Marc Botenga e Manon Aubry ad astenersi come aveva già fatto Die Linke nel Bundestag tedesco e altri a votare contro.

Nessuno contesta che la collettivizzazione forzata imposta da Stalin negli anni ’30 sia stata concausa di grandi carestie che, tra l’altro, non colpirono solo l’Ucraina ma metà della popolazione russa. Ma la maggior parte degli storici contestano la tesi, nata negli ambienti dell’emigrazione dei nazionalisti ucraini e già diffusa dai nazisti, che si sia trattato di un genocidio intenzionalmente provocato per punire gli ucraini e piegare il loro nazionalismo.

La materia è quantomeno controversa e non è certo un parlamento che dirime il dibattito tra gli storici.

Va detto che a sostenere la tesi dell’Holomodor è una giornalista-storica come Ann Applebaum che è moglie del parlamentare polacco di destra che è il primo firmatario della mozione. Entrambi si sono segnalati per la smodata esaltazione guerrafondaia e russofoba. L’ex ministro della difesa polacco Radek Sikorski era balzato agli onori delle cronache quando su twitter aveva ringraziato gli USA per l’attentato al gasdotto Nord Stream.

L’Holodomor è stato ed è un elemento essenziale della propaganda nazionalista ucraina e oggi viene usato per assimilare Putin a Stalin e fare propaganda di guerra contro il nuovo mostro.

Non è questa la strada della ricerca della trattativa e della soluzione di pace fondata sui principi del diritto internazionale, il riconoscimento della sovranità degli stati indipendenti, dei diritti delle minoranze, del diritto alla reciproca sicurezza.

Facciamo presente ai parlamentari europei di destra, centro, liberali, verdi e finta sinistra che durante il colonialismo britannico nella sola India sono morte 165 milioni di persone per carestie e che quelle relative al periodo di Churchill sono per dimensioni analoghe a quelle di Stalin. Attendiamo analoga risoluzione visto che in quel caso gli storici sono unanimi.

 

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Su Holodomor segnaliamo la traduzione del saggio dello storico J.Arch Getty sul nostro sito

 


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.