Rifondazione: Soddisfazione per la decisione della Corte d’appello di Parigi

Rifondazione: Soddisfazione per la decisione della Corte d’appello di Parigi

“Rifondazione Comunista esprime soddisfazione per la decisione sulla mancata estradizione dalla Francia dei dieci condannati per gravi delitti nel contesto della lotta politica degli anni 70 del secolo scorso – così dichiarano Maurizio Acerbo, Gianluca Schiavon e Giovanni Russo Spena – . La valutazione della Corte d’appello francese non poteva prescindere, infatti, da molti dati evidenti sui dieci condannati: l’età, la salute malferma, almeno per due, l’accettazione dello stato sociale di diritto, il recupero totale alla vita collettiva da decenni.
Va anche aggiunto che la qualità delle indagini, dei processi e delle garanzie a imputati politici nel periodo dell’emergenza anti-terrorismo fu molto inferiore agli standard giuridici di ordinamenti democratici.

Per questo l’estradizione sarebbe stata un vero arbitrio e una disapplicazione giurisdizionale degli articoli 6 e 8 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo come fu per Paolo Persichetti e Cesare Battisti. Comprendiamo e rispettiamo i sentimenti dei familiari delle vittime ma troviamo francamente strumentale e demagogico l’accanimento della politica e delle istituzioni.

Ora la guardasigilli smetta questa politica salviniana della vendetta spettacolare e si dedichi a risanare il sistema del diritto e dell’esecuzione penale.”


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.