Ispezione di Doriana Sarli e Paola Nugnes nel Cpr di Gradisca d’Isonzo

Ispezione di Doriana Sarli e Paola Nugnes nel Cpr di Gradisca d’Isonzo

Il (17 giugno) abbiamo visitato il centro e non si è visto un medico dalle 9.30 alle 17. Questa, così come tutte le altre situazioni di emergenza – bagni fuori norma, acqua solo bollente, sporcizia e spazi ridotti – è la dimostrazione dell’essere fuori da ogni contesto di civiltà giuridica e di stato di diritto,” ha continuato Doriana Sarli del Gruppo Parlamentare ManifestA (misto). “Che una persona soggetta a una detenzione amministrativa si ritrovi con meno tutele che in un carcere è inammissibile. Queste strutture sono gestite da privati con logiche solo di profitto (e in conflitto di interessi) che non hanno nulla a che vedere con un moderno approccio dei fenomeni migratori”.

“Non penso sia un caso – aggiunge Sarli – che nel corso di tutta la giornata non si sia visto un medico che in una struttura di quasi 100 persone deve fare almeno 5 ore al giorno. Quando iniziano le 5 ore ci chiediamo?”, conclude Sarli.

Fonte: ufficio stampa ManifestA


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.