Acerbo (Prc-Se): stamattina accoglieremo Draghi a Montecitorio con striscione contro invio armi

Acerbo (Prc-Se): stamattina accoglieremo Draghi a Montecitorio con striscione contro invio armi

Stamattina alle 11 con altri ex-parlamentari di Rifondazione (Roberto Musacchio, Giovanni Russo Spena) manifesteremo davanti alla Camera dei Deputati il nostro no al governo guerrafondaio e all’invio di armi all’Ucraina insieme alle parlamentari della nostra componente unitaria ManifestA mentre in tutta Italia si tengono manifestazioni per lo sciopero dei sindacati di base contro la guerra.

Apriremo uno striscione per ribadire all’esterno quello che diranno in aula rispondendo a Draghi le nostre deputate di ManifestA.

Con il governo Draghi l’Italia ha assunto il ruolo di paese più subalterno alla volontà USA di portare avanti una guerra per procura in Ucraina. Il Pd guida lo schieramenti guerrafondaio,
M5S e Lega fanno i pacifisti nelle dichiarazioni ma hanno votato per invio delle armi nel consiglio dei ministri e in parlamento.

Di fronte ai sondaggi fingono tutti, persino Letta, di volere la pace ma la realtà purtroppo è diversa. Non facciamoci prendere in giro.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

PS: il liberticida divieto di manifestare davanti a Montecitorio (novità del governo Draghi) ci ha impedito di organizzare una protesta pacifista di massa.


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.