Acerbo (Prc-Se): ignobile difesa della molestie contro le donne a Rimini

Acerbo (Prc-Se): ignobile difesa della molestie contro le donne a Rimini

A nome di Rifondazione Comunista ringrazio ‘Non una di meno’ di Rimini per aver fatto emergere quanto accaduto nel corso del raduno nazionale degli alpini.
La reazione del presidente dell’Associazione Nazionale Alpini è inqualificabile come la difesa che la destra e non solo fanno dei molestatori.
Se delle molestie fossero responsabili dei migranti si chiederebbe la forca e di vietare i raduni.
A gettare discredito sul Corpo degli Alpini non sono le donne che denunciano ma gli autori delle molestie, chi li copre e chi li giustifica.
È ignobile ogni tentativo di giustificare questi comportamenti di violenza sessista.
Se troppi alpini non sono in grado di tenere le mani al loro posto o di adottare un atteggiamento rispettoso – e l’organizzazione di garantire comportamenti civili – si sospendano le prossime edizioni del raduno nazionale.

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale, Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.