Acerbo (Prc-Se): israeliani uccidono giornalista palestinese

Acerbo (Prc-Se): israeliani uccidono giornalista palestinese

Gli israeliani hanno ucciso nel campo profughi di Jenin una corrispondente di Al Jazeera assai popolare tra i palestinesi.

Shireen Abu Akleh è stata uccisa a sangue freddo nonostante fosse identificabile come giornalista. Lo sostengono Al Jazeera e Abu Mazen accusando il governo israeliano.
Si tratta dell’ennesimo crimine israeliano. Nonostante le continue violazioni dei diritti umani e della legalità internazionale, l’occupazione dei territori palestinesi e il regime di apartheid imposto, Israele gode del sostegno complice dell’Occidente e degli USA.

Non ci risultano invii di armi al popolo palestinese né sanzioni a Israele.

La doppia morale dell’Occidente evidenzia che è solo propaganda quella che usa i diritti umani e la democrazia come scuse per fare la guerra.

Fuori Israele dai territori occupati!

Basta occupazione, basta apartheid. Chiediamo all’Ue di sospendere l’accordo di associazione con Israele per la ripetuta e costante violazione dei diritti umani in Palestina.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.