MANGANELLATI STUDENTI A TORINO E MILANO. VOLEVANO ANDARE A CONFINDUSTRIA MICA IN CGIL

MANGANELLATI STUDENTI A TORINO E MILANO. VOLEVANO ANDARE A CONFINDUSTRIA MICA IN CGIL

Dopo le manganellate di domenica a Roma gli studenti sono stati manganellati oggi a Torino e Milano. Gli studenti volevano andare in corteo verso Confindustria e sono stati caricati. Si sa che in Italia per fare cortei non autorizzati bisogna assaltare la Cgil.
Il governo Draghi invece di sospendere immediatamente i percorsi di alternanza scuola – lavoro manganella ragazze e ragazzi che protestano dopo la morte di un loro coetaneo che stava lavorando gratis in orario scolastico.
Gli studenti oggi hanno manifestato in tutta Italia ricordando Lorenzo Parelli. E’ un fatto politico assai più importante delle beghe interne alla coalizione neoliberista al governo.
L’alternanza scuola lavoro è un esercitazione al futuro di precarietà, bassi salari, autosfruttamento, emigrazione, pensioni da fame che le controriforme degli ultimi venti anni hanno apparecchiato per le nuove generazioni.
La loro protesta è sacrosanta. Tifiamo rivolta.
Salutiamo il fatto che ci sono fabbriche come la Irca di Vittorio Veneto che oggi hanno scioperato in solidarietà con gli studenti.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea


Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.