Nucleare, Rifondazione: Germania dice no, il governo italiano?

Nucleare, Rifondazione: Germania dice no, il governo italiano?

La ministra dell’ambiente ha dichiarato oggi che il governo tedesco si schiera per il no all’inserimento del nucleare nella tassonomia verde europea.
Cosa intende fare il governo italiano?
Il tragicomico ministro della transizione ecologica Cingolani è stato uno di quelli che ha aperto la strada al nucleare.
Qual è la posizione del governo italiano?
La storia del nostro paese, l’unico a essere uscito con due referendum dal nucleare, impone che il governo dica parole chiare in materia e che si pronunci il parlamento.
Segnaliamo che anche l’inserimento del gas proposto dal PD è una presa in giro perchè non si capisce perchè investire su estrazioni e impianti per emissioni climalteranti se l’Italia si è impegnata a interromperle entro il 2030 ed in tal senso si muove la lettera che, illustri ambientalisti ed ambientaliste, hanno inviato ieri al presidente Draghi, sulla falsa svolta verde della Commissione europea che, nella tassonomia verde introduce, tra le fonti sostenibili, gas e nucleare.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale e Elena Mazzoni, responsabile ambiente del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.