Rifondazione: soddisfatti per avvio del procedimento Cedu nel caso Magherini

Rifondazione: soddisfatti per avvio del procedimento Cedu nel caso Magherini

La decisione dell’intervento della Corte europea dei diritti dell’uomo per il caso ‘Floyd italiano è un fatto positivo. Ci riferiamo al trattamento illegale e disumano inferto a Riccardo Magherini da una pattuglia di carabinieri dopo averlo fermato a Borgo San Frediano, Firenze, nel marzo 2014.

Non si possono eseguire provvedimenti precautelari senza il minimo rapporto tra violenza legittima e situazione soggettiva della persona sottoposta a contenzione. Si tratta, evidentemente, di atti limitativi della libertà personale eccezionali per la nostra Costituzione e per tutte le norme ad essa subordinate. Massimo sostegno alla famiglia e ai difensori di Riccardo che speriamo trovino il giusto risarcimento da Strasburgo contro lo Stato italiano. La situazione va, però, risolta in maniera generale formando il personale di p.g. adeguatamente. A questo dovrebbero pensare i Ministeri dell’Interno e della Difesa.

Gianluca Schiavon, responsabile giustizia del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.