RIFONDAZIONE: MELENCHON NO TAV, BLOCCHERÀ TORINO-LIONE SE PRESIDENTE

RIFONDAZIONE: MELENCHON NO TAV, BLOCCHERÀ TORINO-LIONE SE PRESIDENTE

“Se Jean Luc Melenchon sarà eletto presidente candidato presidente della repubblica fermerà questo progetto”, ha scritto sulla sua pagina fb la parlamentare europea della France Insoumise Leila Chaibi dopo aver visitato i cantieri del versante francese del tav Torino-Lione.

La compagna francese che fa parte del nostro gruppo parlamentare europeo La Sinistra denuncia l’impatto devastante dell’opera con argomenti identici a quelli che noi di Rifondazione Comunista e il movimento notav da anni ripetiamo.

“Nel pieno della Cop26 il progetto appare chiaramente come di un’altra epoca”, sottolinea giustamente Leila.

Come Rifondazione Comunista salutiamo l’impegno notav delle nostre compagne e dei nostri compagni in Francia e al parlamento europeo.

È positivo che la propaganda del partito trasversale degli affari e delle grandi opere venga contrastata anche oltralpe e che un candidato che potrebbe arrivare al ballottaggio si dichiari notav.

Il post di Leila Cheibi: https://www.facebook.com/188789911331736/posts/1745049965705715/

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.