Rifondazione: Ddl Zan affossato al Senato. Rilanciamo!

Rifondazione: Ddl Zan affossato al Senato. Rilanciamo!

Non ci stupisce che il DDL Zan sia stato vittima della “tagliola” al Senato, era nell’aria da tempo. Le larghe intese hanno i loro capri espiatori.
Sia ben chiaro, ora più che mai, che il “pensiero unico” rimane quello dello sfruttamento capitalistico, mentre sulla libertà e l’autodeterminazione delle persone, sulla loro incolumità di fronte a una violenza millenaria si scontrano i lupi conservatori e i lupi travestiti da agnelli liberal. Le vite delle persone restano sacrificabili a tutto tondo.

Adesso è il momento di sfidare le forze politiche parlamentari a rilanciare in commissione, a stilare un testo che venga arricchito con ciò che il DDL Zan aveva perso per strada: forme più puntuali di prevenzione, centralità ai centri antiviolenza e case-rifugio e nessun passo indietro sull’identità di genere, perché le cose vanno chiamate col loro nome e le persone trans non possono essere lasciate indietro. Saremo al fianco del movimento LGBTQI nel rivendicare una legge necessaria dopo 25 anni di tentativi falliti, senza alcuna mediazione al ribasso.

Maurizio Acerbo – Segretario Nazionale PRC-SE
Silvia Conca – Responsabile Nazionale Politiche LGBTQI e Intersezionalità PRC-SE





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.