RIFONDAZIONE COMUNISTA: REFERENDUM CANNABIS, GIUSTA RISPOSTA A IGNAVIA DI PARLAMENTO E GOVERNI

RIFONDAZIONE COMUNISTA: REFERENDUM CANNABIS, GIUSTA RISPOSTA A IGNAVIA DI PARLAMENTO E GOVERNI

Rifondazione Comunista aderisce con la più totale convinzione al comitato promotore della campagna referendaria su depenalizzazione cannabis. Abbiamo sempre sostenuto la necessità di legalizzare la cannabis ad uso terapeutico e ricreativo. Il referendum è la giusta risposta all’ignavia dei governi e del parlamento. Non possiamo che ritrovarci con le associazioni con cui condividiamo da anni questa e altre battaglie di civiltà.
La criminalizzazione della cannabis serve solo alle narcomafie.
Si tratta di un’impresa quella di raccogliere le firme in soli 20 giorni on line ma siamo convinti che sia possibile un risultato sbalorditivo perchè il paese è molto più avanti di una politica ostaggio dell’oscurantismo e della demagogia.
Invitiamo tutte le cittadine e i cittadini a firmare on line sul sito www.referendumcannabis.it grazie alla firma digitale.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale
Giovanni Russo Spena, responsabile area democrazia e diritti
Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.