AranC’È: la solidarietà all’ombra d(e)i Draghi

AranC’È: la solidarietà all’ombra d(e)i Draghi

 
“Quasi tre tonnellate di arance distribuite in tre settimane nella Federazione di Firenze, per una campagna tesa a denunciare le mancanze nei confronti delle politiche abitative e di sostegno ai bisogni delle persone. Guarda il video che abbiamo realizzato con alcune delle immagini della distribuzione: https://youtu.be/jcFXotjfBqA
 
Segreteria provinciale del Partito della Rifondazione Comunista
 
In un Partito politico si conserva la memoria della militanza e delle esperienze portate avanti negli anni. Qualche anno fa Rifondazione Comunista ha organizzato la campagna Arancia Metalmeccanica, vendendo agrumi per raccogliere fondi destinati alle casse di resistenza di vertenze in corso.
 
A quella pratica è andata la memoria di alcune compagne e compagni, di fronte all’emergenza di alcuni nuclei familiari che rischiano di vedersi staccate le utenze, nonostante il (parziale) blocco degli sfratti e la retorica diffusa sulla crisi sociale che stiamo vivendo.
 
La pandemia Covid-19 ha solo acuito le ingiustizie e reso evidente l’insostenibilità della disuguaglianza che governa le nostre società, garantendo il profitto dei privati e umiliando le persone, considerate colpevoli per i loro bisogni e per la povertà dei loro salari.
 
Sul fronte delle utenze sono pochissimi i contributi previsti dalle istituzioni. Durante questo inverno tanti nuclei familiari hanno scelto di risparmiare soffrendo il freddo, mentre altre hanno dovuto trovare soluzioni di fortuna per poter garantire la vita quotidiana all’interno delle proprie case.
 
La Federazione di Firenze ha quindi ripreso contatto con i produttori associati del circolo PRC (Mille Papaveri Rossi) di Francofonte (SR), organizzando tre settimane di distribuzione di arance. Quasi tre tonnellate di frutta, distribuite, nonostante la zona arancione, garantendo tutte le misure previste per contrastare l’emergenza sanitaria.
 
I circoli del Mugello, quelli dell’Empolese-Valdelsa e quello di Campi Bisenzio si sono attivati insieme alle diverse sezioni della città di Firenze. 
 
Dove è stato possibile organizzare gazebi in strada si è confermata la diffusa disponibilità delle persone a sostenere le pratiche di solidarietà, come hanno attestato anche le decine di prenotazioni ricevute tramite mail o attraverso i canali social, per poi venire a ritirare le retine nelle sedi del Partito.
 
Tre gli obiettivi di questa campagna.
 

1) La raccolta di oltre 1.500 euro per i nuclei familiari in difficoltà, per impedire che vengano staccate loro le utenze, che saranno distribuiti attraverso le realtà associative e di mutualismo presenti sul territorio, con cui lottiamo insieme da anni per il diritto alla casa. Una parte delle risorse è destinata inoltre alla Cassa Sociale contro disoccupazione e precarietà, nata come risposta alla cosiddetta ‘fase 1′ della pandemia Covid-19.

 
2) Denunciare l’evidente mancanza del sistema politico e istituzionale rispetto all’emergenza abitativa. Il blocco (parziale) degli sfratti ha solo rimandato e mitigato il disastro a cui andiamo incontro, se non si procederà con un nuovo piano casa, a cui affiancare interventi che segnino una profonda discontinuità nelle politiche abitative del Paese (richieste persino dall’Unione Europea).
 
3) Dare una risposta al disorientamento che il distanziamento sociale ha provocato in molte persone, intaccando la militanza e le pratiche politiche. Il Partito non si è mosso in modo autoreferenziale, ma ha messo a disposizione delle comunità le sue strutture, le energie delle compagne e dei compagni, il tempo necessario per seguire le varie fasi (dallo scaricamento dei pallet ai volantinaggi).
 
Terminate le tre settimane di distribuzione, superati i timori di restare con qualche chilo di arance nelle sedi, registrato invece il “tutto esaurito” e i ringraziamenti nelle piazze della cittadinanza, inizia la seconda parte della campagna: iniziative (purtroppo telematiche) organizzate dai circoli e che coinvolgeranno le realtà sindacali, associative e sociali con cui portiamo avanti le lotte.
 

Un grande grazie va prima di tutto alle compagne e ai compagni che hanno garantito la possibilità di militare in questo contesto pandemico. Poi a tutte le persone che hanno reso possibile la riuscita delle iniziative, senza dimenticare la Rete Antisfratto Fiorentina, l’Associazione Ieri Oggi Domani, l’Associazione ForiMercato, il Movimento di Lotta per la Casa di Firenze, il SUNIA e la Cassa Sociale contro disoccupazione e precarietà. Grazie a loro la nostra campagna ha potuto raggiungere alcune delle persone più in difficoltà e dare la concretezza degli esempi alle nostre ragioni.

 

WhatsApp Image 2021-02-27 at 11.22.39





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.