Rifondazione: solidarietà a Lorena e Gian Andrea, accoglienza non è un crimine

Rifondazione: solidarietà a Lorena e Gian Andrea, accoglienza non è un crimine

L’irruzione delle forze dell’ordine ieri mattina in casa di Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi, attivisti non di un temibile gruppo terroristico ma dell’associazione di solidarietà triestina “Linea d’Ombra”, è assolutamente sconcertante. Il sequestro di telefoni e oggetti personali ancora di più.

Sarà interessante capire, nei prossimi giorni, in base a quali elementi è stata data la disposizione di una simile azione nei confronti di chi si occupa, in maniera del tutto volontaria e gratuita, di aiutare le persone più deboli e più disperate, in vece di un’amministrazione pubblica che abdica completamente al dovere della solidarietà internazionale.

Rifondazione Comunista esprime piena solidarietà a Fornasir e Franchi, vittime di questo ennesimo episodio intimidatorio rivolto a tutto il mondo dell’accoglienza.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale
Roberto Criscitiello, segretario regionale FVG
Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

FRANCHI





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.