Acerbo (PRC-SE): Calabria, arrestato uno di quelli che non voleva Gino Strada

Acerbo (PRC-SE): Calabria, arrestato uno di quelli che non voleva Gino Strada

L’arresto del Presidente del Consiglio regionale della Calabria aggiunge un’altra puntata al quadro tragicomico di questi giorni.
Lo ricordiamo come uno dei tanti esponenti della destra calabrese che si è opposta alla nomina di Gino Strada a commissario alla sanità.
E’ molto grave la convergenza di fatto che c’è stata tra il ministro Speranza e la destra nel contrastare la nomina di Strada.
E segnaliamo che lo stesso Gratteri si è unito a questo coro andando ben oltre il suo ruolo di magistrato.
Non ricordiamo parole di Gratteri contro la nomina del generale Cotticelli che per prima cosa andò dal magistrato che considerava il proprio punto di riferimento.
Era competente Cotticelli per Gratteri?
Nei fatti si è registrata una convergenza per evitare che un medico con competenze sia manageriali che sanitarie assumesse un ruolo di vigilanza e riorganizzazione della sanità calabrese.

Ora Strada con Emergency salverà molte vite e ci sono ancora esponenti politici che si permettono di criticarlo per gli ospedali da campo. Se avessero fatto il loro dovere non ci sarebbe stato bisogno di chiedere aiuto a Emergency.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale del Partito della Rifondazione Comunista





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.