ITALPIZZA: NO ALLA CRIMINALIZZAZIONE DELLE LOTTE

ITALPIZZA: NO ALLA CRIMINALIZZAZIONE DELLE LOTTE

Nel silenzio delle istituzioni e delle forze politiche Modena sta andando incontro ad un maxi processo contro lavoratori, lavoratrici e sindacalisti Si Cobas impegnati in diverse vertenze lavorative che in questi anni hanno tenuto banco in città. Complessivamente a Modena in questo momento sono 452 le persone chiamate a rispondere del ‘reato di sciopero, perché è di questo che stiamo parlando. La messa sotto inchiesta di 120 tra lavoratori, sindacalisti Si Cobas e militanti per la vertenza Italpizza è solo l’ultimo episodio di un tentativo di criminalizzazione delle lotte per difendere i diritti dei lavoratori che allarma chiunque si batte per garantire diritti e tutele al mondo del lavoro. I capi d’accusa sono appesantiti dai decreti sicurezza di Salvini che il governo del cambiamento si guarda bene dal modificare.

Mentre i lavoratori vengono colpiti nelle lotte che praticano ai padroni è consentito eludere legalmente le norme e i salari che la contrattualistica prevede per chi produce pizze o lavora la carne ricorrendo alla subdola forma di contratti di lavoro multiservizi dietro cui migliaia di lavoratori, prevalentemente immigrati, lavorano in condizioni di sfruttamento indegne per un paese civile in cui non dovrebbe accadere che la Costituzione si fermi fuori dai cancelli delle fabbriche.
Rifondazione Comunista ha sostenuto la lotta di questi lavoratori e li sosterrà anche durante il procedimento giudiziario, perché le vertenze sindacali non possono essere trasformate in problemi di ordine pubblico e trasferite nelle aule dei tribunali.
Per sostenere i lavoratori e le lavoratrici contro la criminalizzazione di questa giusta lotta sabato 3 ottobre saremo in piazza a Modena accanto al sindacato Si Cobas.

Prc nazionale
Prc regionale Emilia-Romagna
GC Emilia-Romagna

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 85


 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.