Bologna merita che la commemorazione della strage fascista alla stazione di Bologna si svolga con il tradizionale corteo

Bologna merita che la commemorazione della strage fascista alla stazione di Bologna si svolga con il tradizionale corteo

Rifondazione Comunista si unisce a quanti chiedono che il 2 agosto si tenga a Bologna il tradizionale corteo e il minuto di silenzio alle 10.25 davanti alla stazione centrale per commemorare le 85 vittime e i 200 feriti della strage fascista che nel 1980 colpì il capoluogo emiliano e l’Italia intera. Le istituzioni hanno infatti previsto che per ragioni di sicurezza sanitaria la cerimonia si svolgerà unicamente in piazza Maggiore ad ingresso contingentato dove si terranno i discorsi delle autorità, al termine dei quali i familiari delle vittime saranno accompagnato in pullman alla stazione per un momento di raccoglimento.

Comprendiamo molto bene l’allarme sulla sicurezza sanitaria conseguente alla pandemia da Covid-19, ma crediamo sia compito del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna creare le condizioni perché la commemorazione del quarantesimo anniversario della strage si tenga nelle forme tradizionali e rispetto dei protocolli sanitari.

Il quarantesimo anniversario della strage è ricco di significati. Perché dal lavoro dei magistrati che indagano su mandanti e finanziatori della strage emerge con certezza quella verità che tutti conoscono e che ci dice che a finanziare l’attentato furono gli affiliati alla Loggia massonica P2, che il loro capo Licio Gelli consegnò il denaro personalmente ai neofascisti del Nar e che funzionari e agenti dei servizi segreti italiani ebbero un ruolo determinante nel depistare le indagini.

La strage alla stazione ha rappresentato uno snodo fondamentale nella storia del Paese e Bologna merita che la commemorazione si svolga secondo un rito che rappresenta il riscatto di un intera nazione. Bologna non si piegò allora davanti ad un vile attentato fascista, seppe rispondere, si rialzò ed è in grado anche oggi di manifestare in sicurezza per non lasciare soli i famigliari delle vittime e mantenere il ricordo.

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale PRC-SE
Stefano Lugli, Segretario regionale Emilia-Romagna PRC-SE

box_strage_bologna


 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.