TRUMP WANTED: E’ LUI IL VERO GANGSTER, ALTRO CHE MADURO !

TRUMP WANTED: E’ LUI IL VERO GANGSTER, ALTRO CHE MADURO !

Mentre negli Stati Uniti si espande drammaticamente il Coronavirus, il loro Dipartimento di Giustizia (?) offre fino a 15 milioni di dollari per l’arresto del Presidente venezuelano Nicolàs Maduro e 10 milioni per alti funzionari del governo bolivariano, incriminati con il pretesto di una loro presunta partecipazione al narcotraffico. Lo fanno senza esibire la minima prova a sostegno di questa interessata menzogna.
Ma le bugie hanno le gambe corte. Non c’è traccia di Venezuela nei rapporti dell’Agenzia dell’ONU contro le droghe (UNODC). E secondo l’ultimo documento della DEA (la polizia antidroga statunitense) del Dicembre 2019, il 90% della cocaina immessa negli USA proviene dalla Colombia (fedele alleato USA), il 6% dal Perù ed il resto da origini sconosciute (se ci fosse il Venezuela, non sarebbe certo omesso).
Per chi ha la memoria corta, ricordiamo che viceversa furono proprio gli Stati Uniti a promuovere il narcotraffico internazionale per aiutare i “contras” anti-sandinisti nel cosiddetto Irangate: trafficarono fiumi di cocaina a cambio di armi per combattere i sandinisti.
La verità è che si tratta di un ulteriore attacco al Venezuela bolivariano, dopo il furto di 5 miliardi di dollari e dell’oro venezuelano depositati nelle banche di diversi Paesi, la rapina di imprese statali all’estero (a partire dalla CITGO), il blocco criminale della sua economia tramite misure unilaterali illegali (sanzioni). Per non parlare dei continui tentativi di colpi di Stato (che non hanno funzionato). L’obiettivo (fallito) è mettere in ginocchio il Paese per spingere la popolazione a ribellarsi contro il governo.
Oggi, come se non bastasse, gli sciacalli di Washington stanno promuovendo l’ennesima operazione militare “coperta” per assassinare o sequestrare Maduro e i dirigenti bolivariani. E visto che non sono ancora riusciti ad intervenire direttamente, offrono un bottino di 15 milioni ai paramilitari, alle organizzazioni criminali, ai mercenari, per fare il lavoro sporco dell’assassinio per procura del Presidente Maduro.
La storia si ripete come farsa: già un secolo fa, Washington mise una taglia sul rivoluzionario messicano Pancho Villa. Oggi il gangster Trump si prepara così ad affrontare le prossime elezioni e cerca di coprire il disastro drammatico della pandemìa che colpisce anche gli Stati Uniti, totalmente impreparati sul versante della salute pubblica ad affrontare il virus dalle origini ancora sconosciute.
Basta con le menzogne ! Basta con il blocco e le sanzioni criminali contro il Venezuela bolivariano !

Marco Consolo
Resp. Area Esteri
Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Roma 28-3-2020

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.