Lombardia: le persone non sono stupide, caro Fontana, e il re è ormai nudo

Lombardia: le persone non sono stupide, caro Fontana, e il re è ormai nudo

Oggi il Presidente Fontana sbotta sulle pagine del Corriere della Sera : “Insomma Basta! Lo dico con le buone, ma se non sarà sufficiente bisognerà intervenire ancora”.
Bene, pensiamo, benissimo!

- Finalmente obbligherà a chiudere tutte le fabbriche con produzioni non sanitarie o di beni di prima necessità della Regione.
Finalmente si è accorto che non è una buona idea che ogni giorno centinaia di migliaia di persone si rechino ancora a lavorare, spesso senza i dispositivi di sicurezza necessari per tutelare la propria salute e quella delle proprie famiglie.
- Forse ha visto i treni di pendolari, i vagoni delle metro, gli autobus, i tram dove, avendo tagliato le corse, è impossibile mantenere la distanza di sicurezza.
- Oppure intende imporsi per far fare i tamponi al personale sanitario che ne ha bisogno.

E invece no.
Si riferiva a chi fa attività motoria in solitudine e chi porta il cane a fare pipì. Niente di nuovo sotto il sole quindi, sempre la solita becera strategia. Anche in un momento così drammatico: il nemico è il tuo vicino di casa che fa il giro del palazzo da solo per sgranchirsi le gambe, è il runner che vaga per il parco, è l’anziano che va in farmacia.?????

- Non il padrone che ti costringe a lavorare e che non è nemmeno in grado di mettere in sicurezza la sua fabbrica ( spesso obsoleta e con sistemi di sicurezza inadeguati anche per tempi “ normali”).
- Non 20 anni di privatizzazioni e tagli che hanno messo in ginocchio il Sistema Sanitario Nazionale.
- Non il fatto di aver rinunciato a produrre in Italia ciò che ora elemosiniamo dal resto del mondo.

Ma le persone non sono stupide, caro Fontana, e il re è ormai nudo.

La Segreteria del Partito della Rifondazione Comunista – Federazione di Milano

il-presidente-della-regione-lombardia-attilio

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.