Acerbo (Prc): la Francia sciopera anche per noi, abolire legge Fornero non quota 100

Acerbo (Prc): la Francia sciopera anche per noi, abolire legge Fornero non quota 100

Il grande sciopero generale in Francia contro la “riforma” delle pensioni di Macron è un segnale anche per l’Italia. Per questo abbiano scelto la giornata del 5 dicembre per l’inizio della nostra campagna sociale. In decine di piazze, fabbriche e mercati in tutta Italia, da Venezia a Roma, da Aosta a Catania, passando per Milano, gran parte della Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania si sono tenuti presidi, flash mob, speakeraggi, volantinaggi, organizzati dal Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea. A Torino abbiamo tenuto un presidio sulla sicurezza sul lavoro nell’anniversario della strage della Thyssenkrupp. A Venezia abbiamo esposto sul Ponte degli Scalzi lo striscione con la scritta: facciamo come in Francia, tutte/i in pensione entro i 62 anni. A Milano il presidio davanti al consolato francese. Abbiamo volantinato davanti a grandi fabbriche come quelle Fca di Melfi e Cassino. Lo sciopero francese ci dice che si possono e si devono difendere i diritti sociali e del lavoro. Come in Francia, rivendichiamo per tutte e tutti il diritto di andare in pensione entro i 62 anni di età e le donne anche prima in considerazione del lavoro di cura che svolgono. Lo sciopero francese ci dice che l’abolizione della legge Fornero è un obiettivo da rilanciare. Aboliamo legge Fornero non quota 100 che è troppo poco e non per tutte/i. Questo governo, che si dimostra non essere affatto portatore di cambiamento, sembra avere come unico obiettivo, anche attraverso l’imposizione del MES, di rispettare i parametri imposti da UE facendone pagare le spese ai ceti già più fragili e impoveriti.

Nel corso della prossima settimana distribuiremo un milione di volantini per chiedere un cambiamento reale nel nostro paese: pensioni, salario minimo, abolizione Jobs Act, tassazione progressiva e patrimoniale per finanziare piano per il lavoro, sanità, scuola, riconversione ecologica e messa in sicurezza del territorio.

 

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.