La compagna Patti Smith ai manifestanti in Cile: “Sono con voi”

La compagna Patti Smith ai manifestanti in Cile: “Sono con voi”

“L’unica bellezza di tempi terribili è che sveglia i popoli e si spera li ispiri a unificarsi”, ha detto la cantante considerata una degli artisti di musica rock più influenti al mondo.
La cantante e poetessa degli Stati Uniti Patti Smith ha detto domenica che “la gente comune” è davvero quella che sfida lo status quo nel mondo e ha inviato un messaggio per sostenere i manifestanti che chiedono diritti sociali da un mese nelle strade del Cile. Patti Smith, che si è esibita dal vivo lunedì in un teatro a Santiago nell’ambito di un tour internazionale, ha aggiunto di essere “molto toccata dalla gente in Cile” e ha riconosciuto i “tempi difficili” che stanno accadendo in tutto il mondo.
All’inizio della crisi, l’artista ha scritto una poesia sul suo account Instagram dedicata al Cile, un paese che sta visitando per la prima volta:

Questo è
il regno del coraggio
il regno della convinzione
il regno dell’unità
Un milione di persone
che esigono Uguaglianza
che esigono responsabilità da parte del governo.
Che esigono un Cile
tanto unito come loro,
prendendo le strade

Questo è il regno
di cittadini attivisti,
che si stanno facendo vedere
e ascoltare dal mondo.
Mostrandoci come
il popolo ha il potere.

“Il mio messaggio era semplicemente quello di dire (ai manifestanti): sono con voi, sto pensando a voi”, ha detto domenica durante una conferenza stampa in cui ha anche parlato dell’importanza di proteggere l’ambiente e combattere insieme contro l’ingiustizia.
“Dobbiamo sostenerci a vicenda, dobbiamo sostenere la nostra giovinentù e dobbiamo far battere i nostri cuori rivoluzionari”, la cantante di canzoni leggendarie come “Because The Night” e “People Have The Power”, ha aggiunto che quando vede “che le persone sono motivate e che difendono i loro diritti e prendono le strade, penso che sia molto importante mostrare solidarietà ”.
Per un mese, il Cile ha vissuto la sua crisi più grave dal ritorno della democrazia nel 1990, con massicce proteste e sanguinosi scontri tra manifestanti e forze di sicurezza, che hanno causato la morte di almeno 23 persone con almeno cinque presumibilmente nelle mani di agenti statali e conseguente migliaia di manifestanti feriti.”
Manifestazioni di massa contro il governo cileno sono iniziate a Santiago il 14 ottobre a causa di un aumento di 30 centesimi della tariffa della metropolitana.
Mentre questa misura è stata revocata da Piñera, i disordini sociali sono aumentati quando i cileni hanno iniziato a mettere in discussione “trent’anni” di politiche neoliberiste, che hanno implicato una sistematica perdita dei diritti economici e sociali per milioni di persone.
Secondo l’Istituto nazionale per i diritti umani (NHRI), nell’ultimo mese, almeno 5.629 persone sono state arrestate e 2.009 ferite in Cile.
notizie da telesur english
Grazie a Patti Smith che ci accompagna da anni con le sue poesie ribelli!

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.