“La vogliamo sempre aperta”

“La vogliamo sempre aperta”

Gabriella Liberini*

Recita il nostro slogan per la campagna acquisto della sede, una sede storica per il nostro partito, la prima della Federazione PRC a Brescia, dopo la scissione della Bolognina.

Si tratta di un luogo storico perché precedentemente occupato dal PCI, da tempo immemore, in un quartiere “ribelle”, popolare, teatro di azioni e purtroppo martiri antifascisti, sede che trasuda di dibattiti, scontri politici e progetti. Un punto di riferimento e spazio di confronto fra più percorsi, comunismo, antifascismo, commercio solidale, ambiente, sostegno ai popoli oppressi e migranti.

“Una casa” aperta al miglior protagonismo nel quartiere e in città.

Una sede imperdibile, che merita tutto il nostro impegno, perché è un luogo fisico che rende praticabile ogni iniziativa.

Ma un’unica preoccupazione, forse scontata, ma attuale: farsi ancora la domanda “PER CHE COSA? PER CHI?”.

Per molti è anacronistico definirsi Comuniste/ Comunisti oggi. Sbagliato non porsi questa apparente e banale domanda. Parlo in prima persona (ma so di parlare a nome di molte a molti di noi): sono una dipendente pubblica, sindacalista, in una RSU che conta 5.600 dipendenti, per cui con le “mani in pasta”. Spesso ci guardano come “testimoni”, magari con rispetto e affetto, ma con un patrimonio culturale e politico in via d’estinzione, sconfitto.

Noi offriamo un luogo aperto, che pur rimanendo senza dubbio alcuno “comunista”, si propone di aprirsi ad un processo di unificazione del “del comunismo diffuso” (rubo un’espressione a Russo Spena) che ancora esiste e RESISTE.

Lo siamo e lo saremo attraverso il tempo, per questo la nostra sede “La vogliamo sempre APERTA”.

Lo hanno testimoniato le numerose persone che ieri hanno partecipato all’asta, per il lancio della campagna acquisto, che ha impegnato tutte/i a mettere a disposizione oggetti, quadri, manufatti, che rimarranno a disposizione fino al loro esaurimento, sul nostro sito.

Lo dichiarano le persone che hanno scritto e doneranno contributi, perché questa operazione giunga a buon fine, come tangibile riconoscimento di un percorso fatto insieme e per le innumerevoli iniziative che ci hanno visto partecipi o promotori.

Siamo ancora una piccola forza organizzata che, con qualche fatica, realizza ancora feste di strada popolari, riconosciuta anche dal “Comitato di Quartiere” nell’ambito delle sue iniziative.

Siamo il riferimento per l’aspetto logistico per iniziative più ampie antifasciste e politiche della zona e della città.

La nostra comune volontà è stata quella di chiamare a raccolta le nostre energie per “un rilancio”, per un investimento per il “futuro”, in controtendenza rispetto a chi ci vuole “marginali” e “fuori dal tempo”.

Non mi dilungo in motivazioni che ci sono comuni. L’anticapitalismo, l’antifascismo, l’opposizione alla pervasività dell’attacco ai diritti di tutte e di tutti, l’orrore a cui assistiamo quotidianamente contro gli sfruttati e le sfruttate della terra, sono la miccia che fa scattare la nostra immutata passione e determinazione.

*Segretaria del Circolo “Dall’Angelo-Ghetti” Centro Storico- Brescia

 

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.