Venezuela: Rifondazione Comunista denuncia le nuove sanzioni criminali statunitensi

Venezuela: Rifondazione Comunista denuncia le nuove sanzioni criminali statunitensi

Il Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea (PRC-SE) condanna con fermezza la decisione del governo degli Stati Uniti di approfondire il bloqueo criminale economico e finanziario contro il popolo venezuelano iniziato nel 2014-2015 (decreto Obama), con l’obiettivo di chiudere tutte le possibilità di importare cibo, medicine e beni di base nel Paese.

Il primo effetto è quello di rafforzare il furto di risorse e beni venezuelani negli Stati Uniti ed in altri Paesi, un processo iniziato a gennaio con l’arrembaggio della compagnia petrolifera statale CITGO, ma che ora copre tutti i beni venezuelani negli Stati Uniti e sanziona qualsiasi Paese o azienda che abbia rapporti commerciali con il Venezuela.

Sebbene questa misura avrebbe effetto solo sul territorio degli Stati Uniti, in realtà questo tipo di azioni viene applicato anche nei Paesi terzi. Attualmente, oltre 5.000 milioni di dollari del Venezuela sono bloccati illegalmente in banche internazionali private, al di fuori degli Stati Uniti, a causa delle sanzioni. Allo stesso modo, sono vietate le transazioni da parte di aziende o cittadini statunitensi con il Venezuela, estendendo questo ostacolo a Paesi terzi sotto la minaccia estorsiva di ricevere sanzioni.

Sponsorizzate dagli Stati Uniti e dai suoi alleati del cosiddetto “Gruppo di Lima”, le nuove sanzioni hanno per obiettivo rovesciare il governo legittimo di Nicolás Maduro, con una violazione aberrante del principio di sovranità degli Stati e del diritto internazionale. Ricordiamo inoltre che il “Cartello di Lima” è composto principalmente da Paesi dell’America Latina, molti dei quali sono lungi dall’essere democratici e la cui sovranità è sotto la tutela della politica imperialista degli Stati Uniti.

Questa intensificazione del bloqueo ha tutte le caratteristiche di azioni storiche criminali e odiose. Invece di distinguersi dagli Stati Uniti, i Paesi europei che sostengono queste sanzioni vanno contro i propri interessi e continuano solo la loro storia di colonizzazione e sterminio di esseri umani innocenti.
Il PRC-SE – come molti governi del mondo – sostiene il processo di dialogo che si svolge alle Barbados tra il governo venezuelano e una parte dell’opposizione, nonché le iniziative promosse attraverso il “Meccanismo di Montevideo”.

Pace, dialogo e rispetto per la sovranità sono l’unica via percorribile e l’unica per sostenere il presente e il futuro della Repubblica Bolivariana del Venezuela.

Basta sanzioni ! Sblocchiamo il Venezuela !

Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

 

Roma 7-8-2019

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.