Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero della scuola del 17 maggio

Rifondazione Comunista sostiene lo sciopero della scuola del 17 maggio

Rifondazione Comunista/SE sostiene lo sciopero del 17 maggio contro l’autonomia regionale differenziata, promosso da COBAS, UNICOBAS, ANIEF, SGB inizialmente indetto anche dai sindacati Confederali, Gilda e Snals e poi sospeso a seguito di un incontro con il Governo. Da questo incontro non sono emerse rassicurazioni rispetto alla questione dell’autonomia differenziata e stante la portata di un provvedimento che romperebbe il sistema unitario d’istruzione, lo sciopero del 17 rimane un appuntamento ineludibile per chiunque abbia a cuore la Scuola della Costituzione. Uno sciopero che potrà rappresentare l’avversione alla “Secessione dei ricchi” dei lavoratori e delle lavoratrici della scuola
indipendentemente dall’appartenenza sindacale. Si tratta di un primo momento di lotta e di mobilitazione che coinvolge per ora una categoria tra le più esposte in un processo di smembramento della Repubblica che riguarderebbe, secondo le regioni che hanno avviato la “secessione”, numerose competenze oggi dello Stato.

Al di là dell’appuntamento del 17, sarà poi indispensabile un coinvolgimento, il più largo possibile, di tutte le forze che hanno già respinto al mittente l’attacco alla Costituzione con il referendum del 4 dicembre 2016.

Loredana Fraleone resp. Scuola Università e Ricerca

Maurizio Acerbo segretario nazionale PRC/SE

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.