Codice di gradimento, daspo societario e annientamento di una passione popolare

Codice di gradimento, daspo societario e annientamento di una passione popolare

CODICE DI GRADIMENTO, DASPO SOCIETARIO E L’ANNIENTAMENTO DI UNA PASSIONE POPOLARE

Dopo l’esperienza, ovviamente fallita, della tessera del tifoso di cui giusto un anno fa è stata decretata la fine, con i primi caldi se ne sono inventata un’altra.

Il codice di gradimento, una sorta di daspo societario, imposto dall’osservatorio per le Manifestazioni sportive alla FIGC e alla Lega è l’ultima trovata geniale per annientare quella passione popolare che ancora vive nelle curve e negli stadi di tutta Italia.

Un documento che obbliga le società ad adottare una sorta di “Daspo societario” in pratica scegliendo chi è gradito e non chi non è gradito all’interno dell’impianto sportivo.

Faccio alcuni esempi far capire quanto è liberticida questo codice comportamentale:

Se cambi posto diverso da quello a te assegnato, fare volantinaggio per iniziative solidali e non fuori dall’impianto sportivo, svolgere qualsiasi banchetto informativo e/o di vendita di materiale del gruppo, che la maggioranza delle tifoserie usa per fare autofinanziamento, spronare la squadra e/o la tifoseria salendo ad esempio su una balconata o su una ringhiera.

Questi sono alcuni esempi su cui le società potranno decidere se se gradito o non gradito all’interno dello Stadio.

Con questa documento liberticida, ci troviamo di fronte all’annientamento di una passione popolare qual’è il calcio, la curva di uno stadio e l’ambiente stadio.

Una passione, mai scemata, anche di fronte a disastri societari, fallimenti, calcio scommesse e business.

Nell’epoca dei Presidenti fantasma, di fallimenti di squadre storiche, di “giochetti” all’italiana che hanno infranto sogni, emozioni di tanti tifosi di tante squadre storiche recentemente fallite, mi domando come mai il codice comportamentale, come al solito, è rivolto ai tifosi e non ai presidenti di società.

La risposta ovviamente è scontata, chi deve pagare sono solo ed esclusivamente i tifosi perchè citando una famosa di Franco Battiato “in quest’epoca di pazzi ci mancavano gli idioti dell’orrore. ”.

PDF comunicato_unitario_ultras_definitivo_primo_agosto18

No al codice di gradimento!

Lungavita agli ultras!

 

 

Jacopo Ricciardi: osservatoriorepressione.info

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID