Corpo Forestale dello Stato: Governo del cambiamento datti una mossa!

Corpo Forestale dello Stato: Governo del cambiamento datti una mossa!

di Enzo Jorfida*

Sarà la Corte Costituzionale a cancellare la parte della Legge Madia che ha sciolto il Corpo Forestale dello Stato e militarizzato i suoi componenti trasferendoli di autorita’ e militarizzandoli nell’Arma dei Carabinieri o sara’ il Governo Conte a ripristinare il Corpo Forestale dello Stato senza aspettare l’Alta Corte?                                                        È passato oltre un mese da quando si è insediato il Governo della Lega e dei 5 stelle ed un mese è passato da quando la Corte Costituzionale ha iniziato l’esame del ricorso del TAR Abruzzese in merito alla causa intentata da ex componenti il CFdS disciolto dalla Legge Madia (Governo del PD) in quanto gli appartenenti al Corpo nella stragrande maggioranza sono stati coartati nell’Arma dei Carabinieri.                                                   

La questione di legittimità costituzionale si pone per il semplice fatto che il personale  del CFdS è polizia civile – con tanto di libertà sindacali esattamente come se fossero della Polizia Municipale (ex vigili urbani) – un Corpo altamente specializzato in reati ambientali, per la tutela del patrimonio Forestale e faunistico, con una lunga storia di esperienze nello spegnimento degli incendi boschivi e le atrezzature adeguate per intervenire, ed è stato, dal 1 gennaio 2017, d’autorità militarizzato con il trasferimento ai Carabinieri.                                                                                                            Noi sosteniamo che la Politica deve assumersi la responsabilità di decidere senza delegare all’Alta Corte compiti che sono dei Governi nell’interesse del Paese.                   

Ed è per questo che come PdRC chiediamo al Governo di fare il proprio dovere!               

I tempi in questo specifico settori sono decisivi!!!                                                           

L’estate è portatrice di incendi in gran parte di origine dolosa e l’autunno porta pioggie intense con frane, allagamenti, smottamenti che dai pendii delle colline e dalle montagne irrompono nei centri abitati provocando distruzioni e morti.                                           

L’Italia ospita un sistema forestale con un patrimonio di biodiversità disteso su un immensa superficie (oltre 300mila km  quadrati).                   

Le foreste e i boschi sono l’ossigeno per la nostra aria inquinata dall’anidride carbonica sprigionata dalla combustione degli idrocarburi.                                                                           

Allora, “Governo del cambiamento”,vogliamo mettere fine al grave guasto operato dal Governo che fu  del PD? 

Sia ricostituito, in tempi rapidi, il Corpo Forestale dello Stato, prima che sia troppo tardi sia per il Paese sia per gli appartenenti  a quello che non vogliamo chiamare EX Corpo Forestale dello Stato!

* responsabile nazionale forze di polizia e forze armate Rifondazione Comunista-Sinistra Europea

corpo-forestale-sito-tondo-300x296



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID