Glifosato, Forenza e Acerbo: «Eliminazione progressiva non basta, serve più coraggio per tutela ambiente e salute»

Glifosato, Forenza e Acerbo: «Eliminazione progressiva non basta, serve più coraggio per tutela ambiente e salute»

COMUNICATO STAMPA

GLIFOSATO – FORENZA (ALTRA EUROPA-GUE/NGL) E ACERBO (PRC): «ELIMINAZIONE PROGRESSIVA NON BASTA, SERVE PIù CORAGGIO PER TUTELA AMBIENTE E SALUTE»

Eleonora Forenza, eurodeputata L’Altra Europa-gruppo GUE/NGL e Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista, dichiarano:

«Il Parlamento europeo ha deciso di eliminare progressivamente il glifosato entro il 2022: è un primo passo ma non è una buona notizia. Ci voleva molto più coraggio per difendere la salute e l’ambiente ed opporsi alle multinazionali, è per questo che come GUE/NGL abbiamo votato contro questa risoluzione. Di fronte a un rischio così pesante per la salute, l’ambiente, l’agricoltura e quindi per i consumatori, non si può procrastinare, serviva un impegno più cogente ed immediato come nel testo iniziale che su proposta del GUE/NGL fissava al 2020 il bando. Ancora una volta l’emiciclo di Bruxelles, coi socialisti sempre dalla parte dei poteri forti, ha invece preferito una mediazione al ribasso con le forze di centrodestra che volevano dilazionare ulteriormente il termine. Noi continueremo a dare battaglia, dentro e fuori le aule istituzionali, contro questo erbicida, insieme alle decine di associazioni ambientaliste che ne chiedono il bando. Va tenuto presente che la risoluzione approvata non è vincolante: domani saranno gli stati membri a votare la vergognosa proposta della Commissione Europea di rinnovare per 10 anni l’autorizzazione all’erbicida più diffuso al mondo».

24 ottobre 2017

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID