No alle stragi di Minniti: il 21 ottobre Rifondazione Comunista in piazza a Roma

No alle stragi di Minniti: il 21 ottobre Rifondazione Comunista in piazza a Roma

Quella che si è inabissata l’altro ieri al largo delle coste libiche è l’ennesima nave fantasma, una di quelle che gli europei non vedranno mai e negheranno sia mai esistita, che ha provato a superare le colonne d’Ercole del Mediterraneo. Erano in 130 a bordo, solo in 16 i sopravvissuti. Un gommone salpato da Sabrata, dove le milizie si combattono e che si è capovolto poche ore dopo la partenza. Il racconto terribile è quello dei sopravvissuti, provenienti da paesi dell’Africa Occidentale. Il mare per ora ha restituito solo 4 corpi, già seppelliti a Zuwara, altri 4 invisibili. Una strage la cui responsabilità non è del mare ma di leggi che impediscono l’ingresso regolare in Europa, della oscena politica italiana che ha allontanato le Ong che prestavano soccorso in mare mentre finanziava coloro che gestivano il traffico illegale e respingeva verso la tortura i fuggitivi. Questo è il risultato delle politiche di Minniti e di chi lo appoggia. Questo è il risultato delle missioni militari realizzate per rubare il lavoro alla destra più estrema. Complimenti ministro, questi morti sono il risultato delle sue scelte. L’Europa è più “sicura” la nostra coscienza no.  Anche in nome di queste vittime sconosciute Rifondazione Comunista manifesterà il 21 ottobre a Roma insieme alle tante e ai tanti che non si rassegnano. Ai tanti e alle tante convinti che insieme, migranti e autoctoni, si debba lottare contro chi determina ingiustizie e diseguaglianze

Maurizio Acerbo (Segretario Nazionale Prc S.E.)

Stefano Galieni (Resp. Nazionale Pace, Immigrazione e Movimenti Prc S.E.)

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID