Mose, Prc: «Si giunga presto a determinare responsabilità. Mose opera inutile e dannosa, ora liberare Venezia dalle grandi navi»

Mose, Prc: «Si giunga presto a determinare responsabilità. Mose opera inutile e dannosa, ora liberare Venezia dalle grandi navi»

COMUNICATO STAMPA

MOSE – PRC: «BENE SENTENZA, SI GIUNGA PRESTO A CERTEZZA NELLA DETERMINAZIONE DELLE RESPONSABILITà.
MOSE OPERA INUTILE E DANNOSA, ORA LIBERARE VENEZIA DALLE GRANDI NAVI»

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, e Gianluca Schiavon, responsabile Giustizia di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiarano:

«La sentenza di primo grado ha acclarato una serie di responsabilità penali che si appaiano alle sentenze di patteggiamento già passate in giudicato.
Ora speriamo che i giudizi d’appello e di legittimità giungano presto, prima della prescrizione, in maniera da offrire ai cittadini certezza nella determinazione delle responsabilità.
Resta il giudizio politico su interi gruppi dirigenti di partito, alti dirigenti dello Stato, ex ministri sul libro paga del Consorzio Venezia Nuova per la realizzazione di un’opera, il Mose, inutile e dannosa per il sistema idrogeologico veneziano. Lo scandalo Mose dimostra che non vi è alcun Nord sano contrapposto a Roma Ladrona ma sistemi di potere corrotto trasversali, di cui lo schieramento di cui la Lega Nord è da sempre parte ha svolto un ruolo da protagonista negativo. I nomi di Galan, presidente della Regione Veneto sostenuto dalla Lega, di Chisso assessore ai Lavori pubblici per 15 anni e quello del ministro Matteoli, dimostrano che mentre la Lega fa demagogia contro gli immigrati è stata complice e partecipe di un sistema di potere che ha derubato i cittadini veneti e italiani.
Oggi i comitati cittadini devono festeggiare, pur con amarezza, la sentenza penale ma non possono festeggiare per la presenza di opere sulle bocche di Porto che, semmai completate, metteranno a rischio il sistema lagunare.
Rifondazione Comunista/Sinistra Europea si è sempre opposta all’opera, anche in sede di Consiglio dei Ministri nella nostra breve esperienza di governo, e anche in questo rivendica la propria diversità da un sistema politico marcio.
Ora la nuova battaglia è per liberare una città unica al mondo dalle grandi navi sperando che non occorrano lustri e sentenze del Tribunale penale».

15 settembre 2017

mose



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID