Abusivismo: “Del Rio si sveglia dal letargo, speriamo non si tratti di una presa in giro”

Abusivismo: “Del Rio si sveglia dal letargo, speriamo non si tratti di una presa in giro”

E’ positivo che il ministro Del Rio dichiari l’intenzione del governo di impugnare i condoni che sistematicamente le regioni governate da PD e MDP approvano, anche in questo campo indistinguibili da quelle di centrodestra.

Può darsi che si sia svegliato dal letargo dopo aver fatto parte di esecutivi come quelli di Renzi e Gentiloni che hanno promosso e fatto approvare molteplici provvedimenti legislativi assolutamente devastanti sul piano ambientale e della salvaguardia paesaggistica e del patrimonio storico e architettonico.
Impossibile elencarli tutti: basti citare la catastrofe rappresentata dal decreto “Sblocca Italia”, la neutralizzazione della Valutazione di Impatto Ambientale che ora si potrà fare anche in sanatoria (cioè dopo che il danno si sarà compiuto), la nuova legge sui Parchi Nazionali, l’estensione delle deroghe del famigerato “decreto sviluppo” di Berlusconi persino ai piani attuativi, ecc. ecc.
Speriamo almeno che non si tratti di una presa in giro, di battute che servono solo a ridipingersi di verde dopo aver messo governo e parlamento al servizio delle lobbies del cemento.
Anche la preoccupazione espressa rispetto alla cementificazione delle spiagge è positiva però contrasta col fatto che proprio le giunte del PD sono in prima fila nell’approvare strumenti che incentivano o sanano il proliferare di costruzioni.
Maurizio Acerbo, segretario nazionale PRC-SE
12 agosto 2017
cemento


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID