ILVA, Flamini (Prc): «Garantire l’occupazione, la produzione e la tutela dell’ambiente»

ILVA, Flamini (Prc): «Garantire l’occupazione, la produzione e la tutela dell’ambiente»

COMUNICATO STAMPA

ILVA, Flamini (Prc): «Garantire l’occupazione, la produzione e la tutela dell’ambiente»

Si è tenuto presso il MISE il primo incontro con la multinazionale ArcelorMittal (Am Investco) per l’acquisizione di Ilva. La trattativa riprenderà a settembre con la definizione della cessione prevista per il 30 del mese. Fiom, Fim e Uilm hanno proclamato 4 ore di sciopero ed i sindacati di base hanno manifestato sotto il Ministero. Bene hanno fatto le organizzazioni sindacali a chiarire che il primo gruppo siderurgico italiano non può essere acquisito senza che vengano garantiti gli attuali livelli occupazionali in ogni stabilimento e nell’indotto, a parità di diritti e salari,  contro i tagli inaccettabili prospettati dalla multinazionale. E che è altrettanto essenziale la piena tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini e dei lavoratori. Sosterremo le iniziative dei lavoratori dell’Ilva con la consapevolezza che la siderurgia è un settore strategico che non può subire ulteriori ridimensionamenti e ristrutturazioni. Esiste infatti una questione generale come è dimostrato ad esempio dai casi di Piombino, Alcoa ed AST. Per questo continuiamo a pensare che occorra unire le lotte e che le forze politiche e sociali della sinistra debbano proporre un nuovo intervento pubblico. Per salvare le banche e gli speculatori infatti le risorse si trovano sempre, per salvare il lavoro mai. E’ ora di dire basta.

Enrico Flamini, segreteria nazionale Prc-SE, responsabile lavoro

ilva-ecco-come-l-impianto-puo-tornare-a-vivere_h_partb


Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID