Euador: il Prc augura la vittoria al candidato di Alianza Pais

Euador: il Prc augura la vittoria al candidato di Alianza Pais

Partito  della Rifondazione Comunista

Area Esteri e Pace

Il Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea respinge con forza le azioni violente di destabilizzazione che la destra sconfitta alle elezioni sta mettendo in atto in Ecuador, prendendo letteralmente d’assedio il Consejo Nacional Electoral (CNE) e rendendosi protagonista di aggressioni violente contro i suoi funzionari, contro i militanti della sinistra e contro beni pubblici e privati.

Senza uno straccio di prova, la destra accusa il CNE di brogli, scordandosi che nel passato lo stesso CNE ha convalidato la sua vittoria a Quito. Tre giorni dopo la chiusura dei seggi, non vi è ancora il risultato finale da parte del CNE, secondo il quale la lentezza dei conteggi dipende dalle zone rurali e dal voto all’estero, mentre invita ad attendere con calma i risultati finali del voto.

I numeri, ancora non definitivi, assegnano il 39,3% a Lenin Moreno, del governante Alianza Paìs, contro il 28,3% di Guillermo Lasso, della destra neo-liberale di Alianza Creo-Suma, con una differenza di circa un milione di voti.

Secondo la legge elettorale, per vincere al primo turno, è necessario superare il 40% con un distacco di almeno 10 punti dal secondo o superare la barriera del 50%.

In attesa dei risultati definitivi, Alianza Paìs ottiene al primo turno la maggioranza del Parlamento nazionale e di quello andino e vince, tra le altre città, nella capitale Quito. Quella stessa città che la destra minaccia pubblicamente di “voler incendiare”, mettendola a ferro e fuoco, e accusando di brogli, in caso non riescano a vincere le elezioni.

Allo stesso tempo, ha vinto il Sì alla consultazione popolare, proposta dal governo, che vieta ai funzionari pubblici di possedere beni nei paradisi fiscali, che avrà però bisogno di essere convertita in legge.

Il PRC-SE respinge con forza le provocazioni della destra che, sconfitta nelle urne, cerca di ribaltare il risultato elettorale attraverso la violenza, così come già avvenuto nel passato con il tentativo di golpe contro il legittimo Presidente uscente Rafael Correa.

La miglior risposta alle provocazioni sarà la vittoria al ballottaggio del 2 aprile. Il PRC-SE si congratula con Alianza Paìs per il risultato ottenuto, e riafferma la propria solidarietà con il processo della Revoluciòn Ciudadana, iniziato dal Presidente Correa.

PRIVACY



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID