Brasile: «Sentinella, a che punto è giunta la notte? »

Brasile: «Sentinella, a che punto è giunta la notte? »

Nel Brasile sconvolto dal colpo di stato parlamentare del 31 agosto 2016, umiliato su piano internazionale, privato della ex amata prima dama Dona Marisa Lula da Silva morta di crepacuore per persecuzione giudiziaria non basata su fatti, insanguinato dall’esplodere della violenza per il gravissimo sbandamento delle forze dell’ordine e ferito dalle misure antisociali che hanno gettato nell’indigenza estrema masse già socialmente fragili, i fronti di lotta si organizzano e, appunto, lottano. Continuiamo a pubblicare traduzioni di articoli e documenti dell’opposizione sociale e politica al golpe neoliberista. Questa è l’agenda delle lotte definita dal Frente Brasil Popular.

Frente Brasil Popular, San Paolo, 6 febbraio 2017, Circolare 2 del 2017


I prossimi passi di lotta contro il governo golpista di Temer e contro l’aggiustamento neoliberista avverso ai lavoratori e al popolo tutto.

Il 6 febbraio 2017 il Collettivo nazionale del Fronte Brasile Popolare si è riunito a San Paolo e ha prestato omaggio alla memoria di dona Marisa Letícia, morta venerdì 3 febbraio. La riunione, alla presenza di 80 rappresentanti di movimenti e organizzazioni partitiche nazionali e delegati/e del FBP di diversi stati, ha approfondito l’analisi della congiuntura politica, economica nazionale e internazionale.
Nell’analisi della lotta di classe attuale è stata sottolineata la centralità delle misure del governo golpista che pretende di imporre la riforma della previdenza, quella delle relazioni di lavoro e altri attacchi alla classe lavoratrice; inoltre rappresenta minaccia alla sovranità nazionale la disarticolazione in corso della Petrobrás, la consegna della Base di Alcântara e la sospensione della costruzione del sottomarino.
Partendo da questa lettura della crescente offensiva contro i diritti del popolo brasiliano che il Governo Temer rappresenta, si sono definiti orientamenti per tutta la nostra militanza e per i movimenti.

I-Piano di lotta di massa

1-8 marzo. Giorno di lotte delle donne.

a) Mobilitazioni, con partecipazione delle donne, nelle città e nelle capitali, mettendo in risalto gli impatti che la Riforma previdenziale e del lavoro comporta sulle loro vite.
b) Organizzazione di azioni nelle strade, municipi e agenzie dell’INSS incalzando le autorità ad agire insieme ai loro parlamentari contro la Riforma della previdenza.
c) Realizzazione di assemblee dei professori e in generale dei lavoratori del municipio per preparare lo sciopero dell’ educazione.

2-15 marzo. Sciopero generale a tempo indeterminato.

a) Organizzare comitati del FBP per preparare lo sciopero generale dell’educazione in ogni municipio.
b) Esercitare pressione su Brasilia fra il 13 e il 15 marzo.
c) Ampliare la mobilitazione e la chiusura di scuole, coinvolgendo tutti i settori di classe lavoratrice per il successo dello sciopero, a partire dal 15 marzo. Lo sciopero deve essere impegno di tutti.
d) Incalzare i parlamentari nei loro collegi elettorali.

3-31 marzo. Mobilitazione nazionale Fuori Temer, elezioni dirette subito!

Dibattere negli Stati la possibilità di realizzare una giornata nazionale di mobilitazione in questa data, collegando i due colpi di stato del 1964 e del 2016. Inoltre verificare le altre iniziative del Fronte in vista dell’unificazione di tale agenda.

II-Orientamenti politici di attività organizzative:
1-Assemblee plenarie studentesche FBP: organizzare nelle prossime settimane tali plenarie per discutere la costruzione di un calendario prioritario di mobilitazioni.
2-Carovane del FBP: stimolare l’organizzazione di carovane del FBP visitando i municipi interni degli Stati con un pullman di militanti che facciano agitazione e informazione sui rischi dei diritti previdenziali e del lavoro per il popolo brasiliano. Promuovere dove possibile dibattiti sulla Riforma.
3-Base di Alcântara: inserire il dibattito sulla minaccia alla nostra sovranità rappresentata dalla ripresa della proposta dell’installazione di una base nordamericana in Brasile. Fare pressione sul Senato quando tale tema venga messo all’ordine del giorno.

4-Piano di emergenza: elaborare un Piano di emergenza con punti base, in forma didattica, che presentino alla società una uscita dalla crisi economica sociale e politica che viviamo. Il lancio del Piano si farà in grandi iniziative il 1° maggio.

III-Direttive pratiche interne:

1-Produrre una scheda del FBP sulla Riforma della previdenza. Responsabili: CUT (Central Unica dos Trabalhadores), Barão de Itararé (Centro di studi dei media alternativi), Levante popular da Joventude, MAB (Movimento dos atingidos por barragems, Movimento dei colpiti da dighe), MMM (Movimento da marcha das mulheres).
2-Realizzare in Corso nazionale di formazione sulla Riforma della previdenza con la proposta di realizzarlo nei giorni 29 e 30 marzo a Brasilia nella sede del Sinpro (Sindacaro dei professori). Responsabili: Segreteria operativa e FBP del Distretto Federale.
3-Mettere a punto orientamenti più specifici sulle carovane della FBP negli Stati. Responsabile: Segreteria operativa.
4-Approfondire il dibattito sulla elaborazione del Piano di emergenza nazionale nel collettivo della Segretaria operativa.
5-Approfondire il dibattito sul tema delle Elezioni 2018, mettendo a punto una metodologia di dibattito nelle prossime riunioni del Collettivo nazionale.

Prossima riunione del Collettivo Nazionale: 20 marzo a San Paolo.

La Segreteria operativa nazionale.

Calendario generale del 1° semestre 2017

13-17 febbraio: mobilitazione presso i parlamentari del Congresso contro la votazione della Riforma dell’insegnamento medio.

20 febbraio: riunione a San Paolo del gruppo che lavora a “Un progetto per il Brasile”.

8 marzo: giornata di lotta delle donne.

8 marzo: assemblee dei professori e dei lavoratori dell’educazione per preparare lo Sciopero nazionale dell’educazione.

13-15 marzo: pressione a Brasilia.

15 marzo: inizio dello Sciopero generale dell’educazione.

20 marzo: prossima riunione del Collettivo nazionale.

31 marzo: indicativo per Mobilitazione nazionale Fuori Temer, elezioni dirette subito!

10-17 aprile: Giornata nazionale di lotta per la terra e la riforma agraria.

1° maggio: Giornata internazionale del lavoratore e divulgazione di un manifesto con la proposte di emergenza per fare uscire il paese dalla crisi economica, sociale e politica.

Agosto: grande marcia nazionale unitaria a Brasilia ( può essere anticipata se la congiuntura lo esiga).

Fonte: http://www.frentebrasilpopular.org.br/

brasile frente

Il Movimento dos Trabalhadores Rurais Sem Terra (MST) si è riunito il 27 dicembre 2017 con rappresentati di altri movimenti sociali e centrali sindacali, senatori, deputati federali e altri politici brasiliani nella capitale dello Stato di Ceará Fortaleza per una manifestazione in difesa della riforma agraria, dei diritti sociali e della democrazia, che ha prodotto una carta di obiettivi e lotte nell’attuale momento sociale e politico: la Carta de Fortaleza.
Fonte: www.mtst.org

(Traduzione di Teresa Isenburg)



Sostieni il Partito con una


Campagna di autofinanziamento. Moduli RID