Rifondazione: si al diritto d’asilo per chi fugge dall’Afghanistan e alla protezione per chi resiste, no ai muri dell’UE

Rifondazione: si al diritto d’asilo per chi fugge dall’Afghanistan e alla protezione per chi resiste, no ai muri dell’UE

Valutiamo positivamente il documento presentato oggi dal Tavolo Asilo e Immigrazione presentato oggi a Roma in merito all’emergenza in Afghanistan. Ci riconosciamo nelle valutazioni di fondo fatte proprie dalle organizzazioni che compongono il tavolo a cui il governo italiano deve dare una immediata e positiva risposta politica. Numerosi paesi europei come Lituania, Polonia e Grecia, stanno alzando nuovi muri per illudere di fermare profughi che potrebbero – forse – giungere fra un anno, l’UE si adegua con i suoi documenti alle proposte di Orban con cui si chiede di esternalizzare le frontiere nei paesi confinanti l’Afghanistan, in cui molte/i soprattutto non potranno veder garantiti i propri diritti essenziali. Denunciamo il rischio che da questa situazione tragga vantaggio il regime di Erdogan che ormai da oltre 5 anni minaccia e ricatta l’Europa utilizzando i richiedenti asilo presenti in Turchia. Esigiamo dalle istituzioni italiane ed europee un cambio di passo e una presa in carico delle responsabilità derivanti dalla sciagurata e fallimentare guerra condotta in 20 anni. Non spegneremo i riflettori sull’Afghanistan ed invitiamo a sostenere le tante organizzazioni laiche e democratiche che ancora lottano lì per sconfiggere l’oscurantismo taliban e il colonialismo occidentale.
Maurizio Acerbo, Segretario nazionale
Stefano Galieni, responsabile immigrazione Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea




 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.