La solidarietà non è reato

La solidarietà non è reato

Riceviamo e pubblichiamo invitando compagne e compagni delle università a sottoscrivere l’appello che segue.

 

A fianco di Gian Andrea, Lorena e dei 4 coinvolti nell’inchiesta “agaish”.

Siamo un gruppo di ricercatori e ricercatrici, studios* dei processi migratori contemporanei e delle dinamiche sempre più violente che si sviluppano attorno alle frontiere. Da molti anni denunciamo le continue violazioni dei diritti umani e dei trattati in materia di protezione internazionale di cui gli stati nazionali e l’Unione Europea sono responsabili, e più in generale la violenza e le morti che si producono dentro e intorno ai confini europei. Registriamo anche con profonda preoccupazione la crescente criminalizzazione di ogni forma di sostegno nei confronti di persone in transito: le inchieste e i procedimenti giudiziari rivolti contro chi mette a disposizione il proprio tempo e la propria vita per aiutare chi transita e tutelare l’incolumità di chi vive, sulla propria pelle, la violenza dei confini e la gestione militare degli stessi. Il “reato di solidarietà” è divenuto una sinistra costante del paesaggio europeo, di mare e terra, riportandoci ad alcune delle pagine più buie della storia novecentesca italiana ed europea, e andando a colpire ogni gesto o parola di denuncia, solidarietà, testimonianza e ricerca intorno ai confini. Le accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina rivolte a Gian Andrea Franchi, da diversi anni impegnato con Lorena Fornasir a costruire punti di socialità solidale a Trieste e lungo la rotta balcanica, così come quella analoga rivolta a quattro persone di origine eritrea, fondata sull’ipotetico aiuto che avrebbero fornito a due connazionali per fuggire dalla dittatura militare del Paese africano, sii nseriscono precisamente in questa dinamica, equiparando ogni atto di denuncia e manifestazione di solidarietà nei confronti di persone in fuga a un reato. Esprimendo la nostra solidarietà alle personeincriminate, rinnoviamo l’appello alla comunità internazionale, accademica e non, a sostenere emoltiplicare le iniziative di solidarietà nei confronti degli indagati e di tutti coloro che vengono accusati del reato di solidarietà. Per adesioni:laboratoriosociologiavisuale@gmail.com

[EN]· SOLIDARITY IS NOT A CRIME ·

With Gian Andrea, Lorena and the 4 involved in the investigation “agaish”

We are a group of scholars and researchers working on contemporary migratory processes and on theviolent dynamics developing along the borders. Since many years, we denounce the recurring humanrights violations, the disregard of the agreements on international protection – of which nation-statesand the EU are responsible – and the violence and deaths produced within and along European borders.For, we observe with deep concern the increasing criminalisation of any kind of support towards peopleon the move: the investigation and legal proceedings against those who share their time and their life tohelp who is in transit and risks his/her life for the violent management of the border. The “solidaritycrime” has become a menacing constant in the European land and sea landscape, recalling some of thedarkest pages in the Italian and European history of the XX century, hitting every gesture or word ofdenounce, solidarity, witnessing and research across the borders.The charges of aiding and abetting irregular migration against Gian Andrea Franchi, for several yearsinvolved with Lorena Fornasir in building points of solidarity in Trieste and along the Balkan route, aswell as those against four people from Eritrea, accused of having helped two compatriots to escape fromthe military dictatorship ruling the country, are precisely in this trend of labelling every act andexpression of solidarity towards people on the run as a crime. We express our solidarity to the people accused and we call the international community, academic as well as non-academic, for supportingand spreading solidarity actions towards those indicted and everyone is accused of solidarity crimes.

Tojoin: laboratoriosociologiavisuale@gmail.com

Primi firmatari / First participants: Abbatecola Emanuela, Università di Genova; Altin Roberta, Università di Trieste; Ambrosini Maurizio, Università di Milano; Amigoni Livio, Università di Genova; Anderlini Jacopo, Università di Genova; Armanni Bernardo, Università di Trento; Aru Silvia, Politecnico di Torino, Ascari Pierpaolo, Università di Bologna; Bacchini Nina, Università di Genova; Barbero Iker, Universidad del Paìs Vasco; Bassetti Chiara, Università di Trento; Bastianoni Chiara, Università di Genova; Bello Barbara Giovanna, Università di Milano; Belloni Milena, University of Antwerp; Benasso Sebastiano, Università di Genova; Bertani Michele, Università di Verona; Boffi Marco, Università di Milano; Bonfanti Sara, Università di Trento; Bonizzoni Paola, Università di Milano; Bordieri Ghita, Università di Genova; Botto Matteo, Università di Genova, Breda Giulia, Université Côte d’Azur; Caja Emilio, University of Oxford; Campomori Francesca, Università Ca’ Foscari – Venezia; Cancelleri Adriano, Iuav – Venezia; Carlo Caprioglio, Università Roma Tre; Casini Lorenzo, Università di Messina; Cassarino Jean-Pierre, College of Europe; Castellani Simone, ISCTE – Instituto Universitario de LisboaCherubini Daniela, Università di Milano – Bicocca; Chiara Marchetti, CIAC Parma; Cima Rosanna, Università di Verona; Cometti Marcella, Università di Ferrara; Consigliere Stefania, Università di Genova; Dambrosio Clementelli Alina, Università di Genova; Daminelli Luca, Università di Genova; De Cordova Federica, Università di Verona; De Vincenzo Ciro, Università di Padova; Del Guercio Adele, Università di Napoli – L’Orientale; Della Puppa Francesco, Università Ca’ Foscari di Venezia; Delli Gatti Valentina, Universidad Comillas de Madrid; Di Meo Silvia, Università di Genova; Dines Nick, Università di Milano – Bicocca; Donadio Giacomo, Universidad del Paìs Vasco; Fabini Giulia, Università di Bologna; Fanlo Cortes Isabel, Università di Genova; Fele Giolo, Università di Trento; Ferraris Valeria, Università di Torino; Filippi Davide, Università di Genova; Firouzi Tabar Omid, Università di Padova; Fontanari Elena, Università di Milano; Forni Giorgio, Università di Messina; Fravega Enrico, Università di Trento; Frisina Annalisa, Università di Padova; Gargiulo Enrico, Università di Bologna; Giliberti Luca, Università di Genova; Giorgi Alberta, Università di Bergamo; Gribaldo Alessandra, Università di Roma Tre; Hajer Minke, Università di Milano; Iozzelli Jasmine, Università di Torino; Lagomarsino Francesca, Università di Genova; Mantovan Claudia, Università di Padova; Marturano Graziella, Università di Genova; Massari Monica, Università di Milano; Mezzadra Sandro, Università di Bologna; Milotta Antonino, Università di Genova; Molinari Nicolò, IUAV – Venezia; Mubi Brighenti Andrea, Università di Trento; Panizza Eleonora, Università di Genova; Parolari Paola, Università di Brescia; Pellegrino Vincenza, Università di Parma; Perrotta Domenico, Università di Bergamo; Petti Gabriella, Università di Genova; Piazza Gianni, Università di Catania; Piechura Philipp, Hafencity University Hamburg; Platania Giuseppe, Scuola Normale Superiore; Pollozek Silvan, European University Viadrina Frankfurt (Oder); Pontrandolfo Stefania, Università di Verona; Popolla Mariella, Università di Genova; Procacci Giovanna, Università di Milano; Queirolo Palmas Luca, Università di Genova; Rahola Federico, Università di Genova; Rigo Enrica, Università di Roma Tre; Romito Marco, Università di Milano – Bicocca; Sacchetto Devi, Università di Padova; Saitta Pietro, Università di Messina; Salvador Ottavia, Università di Genova; Sanò Giuliana, Università di Messina; Satta Caterina, Università di Cagliari; Sbraccia Alvise, Università di Bologna; Scudieri Laura, Università di Genova; Selmi Giulia, Università di Verona; Semprebon Michela, Università di Bergamo; Sottile Lorenzo, Università di Genova; Stagi Luisa, Università di Genova; Stefani Silvia, Università di Torino; Surian Alessio, Università di Padova; Tazzioli Martina, Goldsmith University London; Vacchiano Francesco, Università di Venezia; Vianello Francesca, Università di Padova; Vicentini Zoe, Università La Sapienza – Roma; Zirulia Stefano, Università di Milano





 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.