Arresti Bologna: Salvini citofoni ai suoi candidati

Arresti Bologna: Salvini citofoni ai suoi candidati

Vi ricordate quando Salvini citofonava a famiglie di immigrati del quartiere Pilastro cercando spacciatori?
Dopo l’arresto di oggi di Luca Cavazza gli consigliamo di citofonare ai suoi candidati.

L’inchiesta bolognese su cocaina e abusi su minori (“baby prostituzione”) mostra ancora una volta il vero volto dei fascioleghisti, l’ipocrisia delle loro campagne pseudotradizionaliste, bigotte, proibizioniste, sessiste, misogine e omofobe.

I valori tradizionali che difendono sono cocaina, minorenni e Mussolini?

Una cosa è certa: la destra italiana ha un tasso di criminalità assai alto e rappresenta una vera emergenza per questo paese.

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

 


 

Sostieni il Partito con una




 
Appuntamenti

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.