Emergenza coronavirus. La Rete: sospendere i vincoli di bilancio per i comuni! Il Parlamento approvi l’emendamento già presentato in questo senso !

 

Rete delle Città in Comune

Sospendere tutte le procedure relative ai piani di riequilibrio finanziario pluriennale e anche di  dissesto degli Enti locali, consentendo così ai Comuni di far fronte – almeno parzialmente e in attesa di ulteriori e sostanziosi sostegni – alle emergenza sociali ed economiche determinati dalla diffusione del Covid-19.

Si tratta di una decisione che chiediamo da anni, adesso certamente non più rinviabile. La finanza locale in questi anni è stata devastata dalle logiche di austerity inserite nel patto di stabilità e da tagli per milioni di euro, nonostante  l’incidenza dei Comuni al debito pubblico nazionale non abbia superato l’1,8%. Oggi più che mai gli effetti devastanti di queste politiche vengono al pettine.

Nel momento in cui, poi, a livello europeo viene sospeso il patto di stabilità far permanere, invece, vincoli di spesa e forme punitive per i bilanci dei Comuni in difficoltà significa condannare milioni di cittadini e cittadine a condizioni sempre più drammatiche.

Gli enti locali rischiano in queste settimane il collasso, e la situazione peggiorerà vista la riduzione delle entrate derivanti dalle imposte locali. E’ i semplicemente indifendibile il pensare di continuare le politiche fatte di tagli, privatizzazioni, blocco delle assunzioni di quei dipendenti pubblici che oggi sono una risorsa insostituibile per dare delle risposte nelle città.

Per questo chiediamo al Parlamento di approvare l’emendamento che è stato sollecitato da Rifondazione Comunista e presentato dalla senatrice Nugnes al decreto presentato dal Governo cosiddetto “cura Italia” , e con esso quindi l’immediata sospensione del patto di stabilità interno e del pagamento degli interessi sul debito da parte degli enti locali.

In vista poi di necessaria e inriviabile riforma radicale delle normative sugli enti locali a partire da quei principi di giustizia sociale e tutela dei diritti per tutte e tutti sanciti nella nostra Costituzione.

Queste sono le prime e urgenti misure per sostenere realmente le città e le loro comunità.

Al contempo rilanciamo nuovamente la richiesta di risorse ai Comuni immediate, adeguate ed ingenti, senza vincoli, per affrontare l’emergenza sociale determinata dalla emergenza sanitaria.

 

Chi siamo: http://www.lecittaincomune.it/

PRIVACY


Sostieni
Rifondazione Comunista
con una
donazione





o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.