#Andràtuttobene se difendiamo il diritto alla casa

#Andràtuttobene se difendiamo il diritto alla casa

Sono trascorse le prime settimane di una quarantena che vede un protrarsi, portando con  se  delle ripercussioni economiche e sociali su tutte e tutti noi.
La vera emergenza in questo paese risultano essere i bisogni sociali. Le scelte de bisogni per le famiglie e per i nuclei composti anche solo da una persona sono praticamente gli stessi, prima il pane, successivamente le bollette ed infine l’ affitto di locazione se l’immobile non è di proprietà.
Di fronte a questa emergenza se già prima all’incirca il 51% degli inquilini non riusciva a pagare regolarmente il canone di locazione,  situazione che trova una maggiore difficoltà al SUD, dove nella sola città di Napoli il 40% è moroso; oggi con l’emergenza sanitaria covid19  il lavoro precario, autonomo attraverso partita iva, con contratto determinato in scadenza, studenti e studentesse fuori sede non riusciranno a pagare l’affitto.
Quest’ultima quella della studentessa e dello studente fuorisede è la “categoria” che maggiormente incide sull’economia familiare e che investe la maggior parte delle famiglie in quanto uno studente su tre è fuori sede è ben il 32% è proveniente dal sud e isole. I quali difficilmente non riescono a gravare sulle economie dei genitori nel paese con la disoccupazione giovanile tra le più alte di Europa al 39,4%.
Dinanzi a questi dati e un quadro che vede all’ incirca 1 milione 582 mila famiglie in povertà assoluta la sospensione degli sfratti e degli sgomberi fino al 30 giugno e gli interventi economici in materia sociale non risultano essere sufficienti non solo per garantire una casa ma anche una vita dignitosa.
#IORESTOACASA SE QUESTO DIRITTO NON VIENE MESSO IN DISCUSSIONE !
Abbiamo bisogno di un intervento straordinario quale un contributo affitto per tutte e tutti attraverso un fondo straordinario come richiesto dall’ associazione nazionale unione inquilini, dal sindacato studentesco Link attraverso l’ appello\petizione “L’ emergenza è l’ affitto: Un contributo straordinario per tutte e tutti che trovate qui alla quale aderiamo con convinzione come risposta al bisogno emergenziale.
Abbiamo bisogno di un piano straordinario che ci consenta di uscire dall’ emergenza attraverso il recupero del patrimonio immobiliare dismesso e sfitto per un suo recupero ad uso sociale abitativo, per rispondere al diritto all’abitare (spazi sociali e culturali, spazi collettivi  e lavorativi) e al diritto alla casa di famiglie, anziani, giovani coppie, singoli, studentati e  lavoratori fuori sede  senza ulteriore  consumo del suolo.
Serve che lo Stato, a maggior ragione in questa situazione intervenga per calmierare i prezzi degli affitti, interrompendo una situazione di speculazione immobiliare, ormai dilagante, soprattutto nelle città universitarie con gli studenti fuori sede.
Nicola Comanzo Resp. Mutualismo GC
Lorenzo  Resp. Scuola e Università GC
Monica Sgherri Resp. Casa PRC

Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

PRIVACY

Installa l'App Rifondazione






o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.