Libano: cresce ancora la tensione tra Israele ed Hezbollah

Riceviamo e pubblichiamo un nuovo  resoconto dal Libano

Alessandra Fiumara 

Il portavoce dell’UNIFIL Andrea Tenenti mercoledì ha annunciato che le Nazioni Unite stanno monitorando da vicino gli sviluppi in Libano, Tenenti ha sottolineato in un’intervista all’Agenzia nazionale di stampa, l’importanza di garantire la sicurezza e la stabilità lungo la linea blu, affermando che l’UNIFIL sta lavorando intensamente giorno e notte in stretto coordinamento con l’esercito libanese.

Tenenti ha inoltre dichiarato che il Comandante Maggiore dell’UNIFIL Stefano Del Col è in pieno contatto con tutte le parti per evitare qualsiasi malinteso o incidente e sta inoltre esortando ad esercitare la massima moderazione, a parole e azioni, e ad approfittare del meccanismo e coordinamento assunto dall’UNIFIL in mezzo alle attuali tensioni.

Intanto l’esercito libanese ha aperto il fuoco mercoledì sera contro un drone israeliano che si librava sopra la città del confine meridionale libanese di Adaisseh.

“Un secondo drone ha sorvolato la regione di Kfarkila per un pò prima di lasciare lo spazio aereo libanese, ha riferito l’esercito, aggiungendo che un terzo drone ha sorvolato lo stesso posto ed è stato distrutto prima di ritornare nei territori occupati”.

Voice of Lebanon Radio radio (93.3) ha detto che l’esercito ha sparato contro i due droni fantasma, dopo che hanno violato lo spazio aereo del Libano a bassa quota di fronte alla strada pubblica in Adaisseh.

Al-Mayadeen TV ha raccontato che i due piccoli droni stavano sorvolando postazioni dell’esercito ad Adaisseh.

Secondo la televisione LBCI l’esercito libanese ha deciso di aprire il fuoco contro qualsiasi drone avvistato.

 

 

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.