Rifondazione Comunista per una giustizia uguale per tutti e indipendente dai condizionamenti

“Esprimiamo – dichiarano il segretario nazionale Maurizio Acerbo e il responsabile giustizia Gianluca Schiavon di Rifondazione Comunista- il massimo sconcerto per il rapporto emerso tra il Procuratore generale della Corte di Cassazione dr. Fuzio e il dr. Palamara. La lettura delle intercettazioni comparse sulla stampa fa emergere un atteggiamento corrivo tra potentati parapolitici e paragiudiziari totalmente contrario all’antico motto la legge è uguale per tutti.
La giustizia si esercita in nome del popolo italiano non in nome di una élite, di una corporazione o di un gruppuscolo. Condividiamo l’autorevole richiesta dell’ANM di dimissioni del Procuratore generale che, proprio lui, altrimenti dovrebbe giudicare il suo amico magistrato di Roma. Pensiamo con i settori più aperti della magistratura che vada riformata avvicinandola maggiormente alle altre componenti del comparto Giustizia e allontanandola dal potere esecutivo”.

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.