Canapisa, Fantozzi: “Se il ministro dell’Interno cerca l’incidente per depistare dai guai della Lega”

Canapisa, Fantozzi: “Se il ministro dell’Interno cerca l’incidente per depistare dai guai della Lega”

COMUNICATO STAMPA

CANAPISA – FANTOZZI (LA SINISTRA): «SE IL MINISTRO DELL’INTERNO CERCA “L’INCIDENTE” PER DEPISTARE DAI GUAI DELLA LEGA»

«La vicenda di Canapisa è sempre più grave: non è più soltanto la crociata proibizionista contro l’uso della cannabis, liberalizzata ormai in molti paesi – dichiara Roberta Fantozzi, candidata nel collegio Centro per la lista La Sinistra – . E non è più soltanto nemmeno l’attacco gravissimo al diritto e alla libertà di manifestare.
La decisione di obbligare la manifestazione ad un presidio stanziale, con molte persone costrette in uno spazio angusto, mentre a pochi metri di distanza ci sarà il presidio convocato dalla maggioranza che regge l’attuale amministrazione, sembra fatta apposta per cercare “l’incidente”. Una situazione da manuale di quello che non si dovrebbe fare.
Per questo, mentre continuiamo a chiedere a Questura e Prefettura un atto di responsabilità, che lasci alla manifestazione la libertà di sfilare come avviene da 18 anni a questa parte, non possiamo non chiederci a chi giovi una simile assurda decisione.
E non è difficile darsi una risposta: c’è un Ministro dell’Interno esperto nel depistaggio.
Più aumentano i guai giudiziari della Lega – che dopo la condanna per truffa ai danni dello stato per i noti 49 milioni, ha visto la redente accusa a Siri per corruzione, quella a Fontana per abuso d’ufficio, fino all’indagine sui voli di Salvini – più aumenta il depistaggio dell’opinione pubblica.
E’ questo che sta avvenendo per Canapisa.
Crediamo che sia tanto più importante essere in piazza sabato 18, perché oltre all’antiproibizionismo, sia forte la denuncia e la rivendicazione piena delle dei diritti di libertà».

16 maggio 2019

PRIVACY



Sostieni il Partito con una

o tramite bonifico sul cc intestato al PRC-SE al seguente IBAN: IT74E0501803200000011715208 presso Banca Etica.